Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 27 SETTEMBRE 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Vaccini Covid. Fismu: “Stop multe a chi si è vaccinato in ritardo”


Il sindacato: “Gli ambulatori ingolfati da pazienti che chiedono certificati per evitare le sanzioni. Parliamo di cittadini over 50 che hanno fatto la terza dose, anche se in ritardo, rispetto al termine del 1 febbraio, magari anche per disfunzioni organizzative delle Aziende sanitarie locali. La multa è un automatismo in questo caso inutile e punitivo, non parliamo di no vax”.

24 GIU -

La Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu ha riscontrato in diverse regioni un fenomeno che “appesantisce” il lavoro negli ambulatori dei medici di famiglia: pazienti over 50 con tripla vaccinazione, ma fatta in ritardo rispetto alla scadenza prevista della legge, che chiedono certificati per evitare le sanzioni amministrative.

Francesco Esposito, segretario nazionale Fismu, fa un appello al Governo e spiega la situazione: “Parliamo di cittadini over 50 che hanno fatto la terza dose, anche se in ritardo, rispetto al termine del 1 febbraio, magari anche per disfunzioni organizzative delle Aziende sanitarie locali. La multa è un automatismo in questo caso inutile e punitivo, non parliamo di no vax. La conseguenza è che ci ritroviamo gli ambulatori con molti cittadini che vogliono evitare la sanzione amministrativa di 100 euro e che si sentono vittima di una ingiustizia. Il tempo dato per adempiere all’obbligo di vaccinazione era stretto e spesso abbiamo riscontrato difficoltà delle stesse ASL a poter soddisfare la domanda di vaccinazione, da qui molti ritardi”. 

“In questa fase - conclude Esposito -  investire tempo e risorse per verificare caso per caso ci sembra una stortura burocratica evitabile. Il ministro della Salute Roberto Speranza e quello della Finanza, Daniele Franco, intervengano per sanare questa situazione”.

 

 



24 giugno 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy