Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 FEBBRAIO 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Carbone (Fials): “No caccia alle streghe, urge scudo penale per chi vaccina”


“La cosa che serve è uno scudo penale per chi vaccina, penso a un intervento legislativo. Un decreto legge per fornire al personale sanitario una protezione almeno fino al termine della campagna vaccinale, che dia un po' di tranquillità ai professionisti sanitari in questa fase emergenziale, oltre alla possibilità di potersi esimere dai problemi di carattere colposo”.

17 MAR - “Stiamo assistendo a una vera e propria caccia alle streghe: la ricerca di un colpevole fine a se stessa, solo per calmare gli animi, ed in particolare da dare in pasto ai negazionisti del vaccino. É il caso delle inchieste in corso in Sicilia per le circostanze dei decessi seguiti temporalmente alle inoculazioni di AstraZeneca, dove risultano indagati un infermiere e un medico per aver somministrato le dosi incriminate, di cui evidentemente non hanno responsabilità alcuna”. Lo rende noto Giuseppe Carbone, segretario generale della Fials.
 
“La cosa che serve è uno scudo penale per chi vaccina - sottolinea - penso a un intervento legislativo. Un decreto legge per fornire al personale sanitario una protezione almeno fino al termine della campagna vaccinale, che dia un po' di tranquillità ai professionisti sanitari in questa fase emergenziale, oltre alla possibilità di potersi esimere dai problemi di carattere colposo”.
 
“In questo momento diversi medici ed infermieri impegnati nel piano vaccinale - spiega Carbone - sono spaventati per le reazioni dei cittadini alla sospensione di AstraZeneca e temono l'apertura di inchieste da parte della magistratura sulle eventuali responsabilità professionali”. “Riteniamo giusta e comprensibile la richiesta al governo di uno scudo penale emergenziale - conclude il segretario generale Fials - affinché il nuovo piano vaccinale non subisca ritardi dovuti agli effetti negativi che stanno influenzando i professionisti sanitari con l'orecchio rivolto alle inchieste in corso”.

17 marzo 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy