Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 FEBBRAIO 2024
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Sinergia tra Cure Primarie e Riabilitazione

di Alessandro Giustini

15 SET -

Gentile direttore,
il recente contributo di Romizi ed altri su QS sulla trasformazione delle Cure Primarie come una Medicina del “Prendersi cura” merita un grande apprezzamento sia sul piano medico-scientifico che sul piano etico e sociale, ma non ultimo sul piano economico-finanziario.

Parlare finalmente di contatto personale, di sburocratizzazione,di educazione sanitaria specie ai giovani, di innovazione nella formazione, di telemedicina, di globalità della Salute , di attenzione scientifica ma al tempo stesso umana ai cittadini-pazienti porta alla luce quelli che sono i temi fondamentali per superare la crisi attuale del Sistema Sanitario Nazionale. Da la misura anche della qualità del contributo che il “Medico di Famiglia” può continuare a dare alla difesa vera della Salute.

Sicuramente il sistema della Cure Primarie così come lo tratteggiano i colleghi in quel contributo può esser il basamento essenziale per quello che dobbiamo fare con urgenza: vorrei però sottolineare un tema che lega perfettamente con quella impostazione e che purtroppo non sempre è ben presente nella definizione progettuale delle Cure Primarie e del necessario riordino generale dell’offerta di servizi ai Cittadini . Il tema della problematica delle condizioni di Disabilità, di limitazioni di autonomia personale e di partecipazione sociale , causate ad un numero sempre più vasto di persone sia dall’invecchiamento della popolazione e da molteplici condizioni patologiche acute e cronicizzate, deve esser uno dei punti prioritari .

Queste problematiche sono ovviamente una criticità di per se ma al tempo stesso modificano l’esprimersi delle stesse patologie in queste persone, e modificano profondamente quello che la attività del Medico delle Cure Primarie deve mirare a realizzare.

L’epidemiologia non deve focalizzarsi più solo sulle patologie ma sempre più sulle conseguenze prodotte nella qualità di vita dei cittadini .

Perfetto far riferimento al problema gravissimo ( non solo durante la Pandemia ) della non integrazione delle Cure Primarie con i Dipartimenti di Prevenzione ma altrettanto è urgente realizzare una forte sinergia su questi temi del contrasto alla Disabilità rendendo concreta la previsione di Dipartimenti di Riabilitazione .

Dipartimenti che purtroppo esistono solo in alcune (fortunate) aree del Paese e che debbono mettere a disposizione dei Cittadini e delle Cure Primarie competenze e servizi specifici nel territorio .

Del resto una delle principali strategie che il PNRR indica per i prossimi anni è quella di realizzare solidi collegamenti tra cure medico-specialistiche e il territorio inteso come luogo di vita, di lavoro, di assistenza dei pazienti : altrimenti le Case della Salute rischiano di esser solo la ripetizione dei soliti poliambulatori specialistici e gli Ospedali di Comunità la creazione di strutture ibride senza alcuna integrazione di prossimità. Il Dipartimento di Riabilitazione è proprio una struttura con questi compiti per operare nella continuità tra ospedali e rete delle strutture e servizi del territorio ed in particolare con le Cure Primarie . Si può realizzare una continuità tra le cure intensive ed il ritorno a domicilio, ma anche per prevenire ricoveri ospedalieri inappropriati e talvolta persino dannosi, garantendo però nel territorio od a domicilio interventi idonei ma alternativi .

I Medici delle Cure Primarie conoscono quanto la Disabilità è cresciuta nella popolazione a cui debbono prestare le loro attività di osservazione, valutazione, consiglio e cura : la stragrande maggioranza di queste condizioni sono modificabili con programmi specifici e tempestivi di trattamento sulla persona ma anche sul contesto e sull’ambiente e tutto questo ha bisogno della collaborazione essenziale del Medico di Famiglia.

Tutto ciò si può risolvere non certo con la invenzione di figure professionali a cui si deleghi tutta o parte della problematica della Disabilità nella popolazione ma si debbono realizzare delle sinergie tra competenti con al centro le Cure Primarie .

Esse soltanto sono in grado di fare la necessaria sintesi producendo efficacia ma anche prevenendo moltiplicazione consumistica delle prestazioni e sprechi al SSN ed alle famiglie..

Alessandro Giustini

Già Presidente Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitativa



15 settembre 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy