Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 24 FEBBRAIO 2024
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Medici 118. Perché guadagniamo meno dei colleghi ospedalieri?

di Patrizio Brancaccio

31 LUG - Gentile Direttore,
sono un medico in servizio presso l’Asl Foggia nel Servizio Emergenza Urgenza 118. Da tempo mi chiedo perché il nostro contratto nazionale sia fermo ad una retribuzione, ingiustamente e nettamente, inferiore a quella dei colleghi ospedalieri. Contratto che non prevede malattia, né tredicesima né TRF. Abbiamo competenze cardiologiche, rianimative, neurologiche e chirurgiche da fare invidia a molti altri colleghi. Lavoriamo spesso in circostanze difficilissime: pressioni psicologiche e talvolta anche fisiche da parte di astanti e parenti.
 
Lavoriamo in condizioni metereologiche quasi mai favorevoli. Lavoriamo in orari, dove la stragrande maggioranza dei medici riposa. Infine, in alcune circostanze, facciamo la differenza tra la vita e la morte.  

Percepiamo22,46 euro/ora lorde. Altre categorie, con meno istruzione e responsabilità, hanno stipendi più alti. Per lo stesso compenso effettuiamo servizi all’interno dei Pronto Soccorso di San Severo, Lucera, Manfredonia e Cerignola, in cui c’è una carenza decennale di personale medico.

Per quale motivo, svolgendo lo stesso compito, dobbiamo percepire così di meno?

La Regione Puglia, poi, da gennaio 2014, ha tagliato indennità che rendevano la nostra busta paga più dignitosa, in relazione al lavoro svolto. A chi chiedere ragione di tutto ciò? Come poter sensibilizzare chi di dovere a rivedere il nostro contratto nazionale. Ecco l’aiuto che chiedo, che chiediamo.

Distinti saluti  

Patrizio Brancaccio
Medico, Servizio Emergenza Urgenza 118, Asl di Foggia

31 luglio 2018
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy