Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 09 AGOSTO 2022
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Tutti gli specializzandi hanno diritto all’indennità Covid

di Giuseppe Barbato

29 APR - Gentile Direttore,
in riferimento all’articolo comparso su Quotidiano Sanità riguardante la Nota della Regione Lazio (Direzione Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria, Area Risorse Umane), con la quale si escludeva dall’indennità COVID gli specializzandi del I e II anno, mi permetto di aggiungere alcune osservazioni alla suddetta nota “sconcertante” nella sostanza e nella forma.

Nella sostanza: lo Specializzando è un Medico Abilitato a tutti gli effetti che qualora venisse impiegato per svolgere atti medici inerenti al suo profilo deve godere come tutti gli altri suoi colleghi, con la stessa mansione, degli stessi diritti. Gli Specializzandi, tutti, fin dal primo anno hanno un contratto di impiego ufficialmente riconosciuto e quindi non vi è distinzione e non possono essere discriminati, come si evince erroneamente dalla succitata nota della Regione, tra titolari di contratto e non.

Qualora la titolarità del contratto si riferisse a quello stipulato ad hoc dalle varie istituzioni per la specifica assistenza ai pazienti COVID, è evidente che tale criterio è conditio sine qua non alla erogazione di qualsivoglia indennità/premio/rischio in danaro, indipendentemente dall’anno di specializzazione, dal sesso, dalla nazionalità.

Forse l’estensore della Nota voleva far riferimento alla possibilità (L. 145/2018) da parte delle Regioni di assumere in deroga nel SSN e negli Ospedali anche gli Specializzandi dal terzo anno in poi…… bastava che facesse riferimento a questa di legge.

Dr. Giuseppe Barbato
Medico Universitario e Ospedaliero in pensione


29 aprile 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy