Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 13 APRILE 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

L'Ema pubblica le raccomandazioni sui ceppi di virus influenzali da includere nei vaccini per la stagione 2023/2024


I virus dell'influenza cambiano e si evolvono continuamente. La sostituzione periodica dei ceppi virali contenuti nei vaccini antinfluenzali è quindi necessaria per mantenere questi prodotti efficaci, anno dopo anno. L'Agenzia raccomanda che i titolari delle autorizzazioni all'immissione in commercio presentino le domande per modificare la composizione dei vaccini contro l'influenza stagionale autorizzati a livello centrale entro il 12 giugno 2023. 

03 APR - Pubblicate dall'Agenzia europea dei medicinali (Ema) le raccomandazioni sui ceppi di virus influenzali che i produttori di vaccini dovrebbero includere nei vaccini destinati alla prossima stagione. Ogni anno, infatti, il gruppo di lavoro sull'influenza dell'Ema emette raccomandazioni valide per l'Unione europea per la composizione dei vaccini contro l'influenza stagionale, sulla base delle osservazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità. Le raccomandazioni per la stagione influenzale 2023-2024 sono state approvate dal Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell'Ema nella riunione del mese di marzo 2023.

I virus dell'influenza cambiano e si evolvono continuamente. La sostituzione periodica dei ceppi virali contenuti nei vaccini antinfluenzali è quindi necessaria per mantenere questi prodotti efficaci, anno dopo anno. L'Agenzia raccomanda che i titolari delle autorizzazioni all'immissione in commercio presentino le domande per modificare la composizione dei vaccini contro l'influenza stagionale autorizzati a livello centrale entro il 12 giugno 2023.


Secondo l'ente regolatorio, le aziende produttrici di vaccini quadrivalenti ottenuti da uova o vivi attenuati per la stagione 2023-2024 dovrebbero includere questi tre ceppi virali: I produttori di vaccini quadrivalenti a base cellulare, sempre per la stagione 2023-2024 dovrebbero includere questi tre ceppi virali:
Per i produttori di vaccini che prevedono l'uso di un solo virus vaccinale della linea B in vaccini trivalenti, è considerato appropriato il virus B/Austria/1359417/2021 (lineaggio B/Victoria). Un virus del lineaggio B/Yamagata non è pertanto raccomandato per essere incluso nei vaccini trivalenti. Queste raccomandazioni si applicano alla produzione di vaccini influenzali sia inattivati che vivi attenuati.



03 aprile 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy