Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 20 MAGGIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Ue verso un nuovo patto per la competitività. Soddisfazione dell’industria del farmaco 


La Federazione dell’industria del farmaco europea concorda con il Consiglio europeo sulla necessità di un nuovo patto per la competitività europea e chiede “una strategia dedicata alla salute e alle scienze della vita”. Moll (Efpia): “Un’industria farmaceutica forte e basata sulla ricerca è fondamentale per permettere all’Europa di riacquistare competitività e rafforzare la resilienza economica e sanitaria di fronte a una situazione globale sempre più incerta”.

19 APR - “È necessario un nuovo patto per la competitività europea, ancorato a un mercato unico pienamente integrato, che richiederà sforzi a livello sia dell'Unione che degli Stati membri e in tutti i settori d'intervento per colmare i divari in termini di crescita, produttività e innovazione tra l'Unione e i suoi partner e principali concorrenti internazionali”. E’ questa una delle conclusioni del Consiglio Europeo tenuto il 17 e 18 aprile. Un obiettivo condiviso dalla Federazione europea degli industriali del farmaco (Efpia), che in una nota sottolinea come il nuovo patto europeo sulla competitività dovrà prevedere anche una strategia dedicata alla salute e alle scienze della vita.

“Il nostro settore – sottolinea in una nota direttore generale dell'Efpia, Nathalie Moll - negli ultimi due decenni ha assistito a un calo del 25% della quota di investimenti globali in ricerca e sviluppo. Considerando che è il settore che contribuisce più di ogni altro alla bilancia commerciale dell’UE, la posta in gioco è alta”.

Del resto, sottolineano gli industriali del farmaco, “oltre ad essere il maggior contribuente positivo alla bilancia commerciale dell’UE, il settore è unico nel creare valore sociale migliorando la salute e stimolando la crescita. Reinveste una percentuale maggiore di entrate in ricerca e sviluppo rispetto a qualsiasi altro settore, impiegando 2,7 milioni di persone altamente qualificate in tutta Europa e promuovendo un ecosistema di piccole aziende biotecnologiche, ospedali universitari e accademici”.

Per l’Efpia “un’industria farmaceutica forte e basata sulla ricerca è fondamentale per consentire all’Europa di riacquistare competitività e rafforzare la resilienza economica e sanitaria di fronte alla situazione globale sempre più insicura”.

“L’Europa – ribadisce Moll - ha un disperato bisogno di un accordo sulla competitività con una strategia globale in materia di salute e scienze della vita per un futuro più sano, più resiliente e competitivo”.

19 aprile 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy