Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 31 MAGGIO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Ddl Lorenzin. Borse di studio per specializzazioni di area sanitaria non medica. E per i Mmg in formazione trattamento economico pari a specializzandi. Accolti due Odg in commissione Sanità

Due emendamenti presentati a prima firma da Luigi d'Ambrosio Lettieri (CoR) sono stati trasformati in Ordini del giorno. Accolti, inoltre, tre emendamenti in tema di sperimentazione clinica volti, rispettivamente, a tutelare l'indipendenza della ricerca, semplificazione delle procedure per l'utilizzo di materiale biologico o clinico residuo da precedenti attività e rappresentatività di genere per la sperimentazione dei medicinali.

04 FEB - Dopo oltre un anno di stop, riprende in commissione Sanità al Senato l'esame del disegno di legge Lorenzin sulle sperimentazioni cliniche e la riforma delle professioni approvato nel luglio 2013 dal Governo, presieduto all'epoca da Enrico Letta. Nella seduta di ieri, due emendamenti sono stati traformati in Ordini del giorno e accolti dalla XII commissione. Il primo, presentato da Luigi d'Ambrosio Lettieri (CoR), Andrea Mandelli (Fi) et al. impegna il Governo a valutare la possibilità di promuovere l'effettivo riconoscimento ai laureati ammessi e iscritti dal primo al quarto anno di corso delle scuole post-laurea di specializzazione dell'area sanitaria non medica, del diritto all'erogazione di una borsa di studio e all'applicazione del trattamento contrattuale di formazione specialistica.
 
Il secondo, sempre a prima firma D'Ambrosio Lettieri, in sede di rinnovo dell'Accordo collettivo nazionale, impegna il Governo a valutare la possibilità di garantire ai medici in formazione in medicina generale un trattamento economico complessivo almeno pari a quello dei medici in formazione specialistica, attraverso la remunerazione delle attività assistenziali professionalizzanti presso i servizi dell'azienda sanitaria e della medicina convenzionata.

 
Nel corso della seduta, sono stati inoltre approvati altri tre emendamenti riguardanti l'articolo 1 del provvedimento in tema di riassetto e la riforma della normativa in materia di sperimentazione clinica. Il primo, presentato da Serenella Fucksia (Misto), aggiunge al comma c) la seguente frase: "individuazione delle modalità per tutelare l'indipendenza della ricerca e per eliminare i possibili conflitti d'interesse".
 
Il secondo, presentato dalla relatrice Emilia Grazia De Biasi (Pd), sostituisce la lettera e) con la seguente: "fatta salva la garanzia di mantenimento di standard qualitativi elevati, semplificazione delle procedure per l'utilizzo a scopi di ricerca clinica di materiale biologico o clinico residuo da precedenti attività diagnostiche o terapeutiche o a qualunque altro titolo detenuto".
 
Infine, l'emendamento a prima firma Fabiola Anitori (Ap) che aggiunge alla lettera g) il punto 3): "Che la sperimentazione clinica dei medicinali sia svolta attraverso una adeguata rappresentatività di genere".
 
Giovanni Rodriquez

04 febbraio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy