Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 SETTEMBRE 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Unioni civili. Lorenzin: “I bambini hanno diritto ad avere una mamma e un papà. Ha vinto il buon senso”

“Affermiamo il diritto dei gay ad una vita piena. Ma affermiamo al contempo il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà. E adesso riparte la battaglia contro l’utero in affitto e la mercificazione del corpo della donna”. Così ieri sera su facebook il ministro della Salute dopo l'approvazione del maxiemendamento del Governo.

26 FEB - “Il Senato si è pronunciato, abbiamo le unioni civili. Ha vinto il buon senso e la strada della mediazione ha prevalso. Come spesso accade quando si cerca la sintesi, nessuno è vincitore, tutti hanno vinto. Prendiamo il merito dello stralcio della adozione del figliastro, e soprattutto quello di avere portato chiarezza nelle aule parlamentari e tra i nostri cittadini sugli effetti della legge. Infatti,  incredibilmente, un grande tema come questo era stato ridotto ad una discussione su “canguri” e marsupiali vari, rapporti di forza tra maggioranze vecchie e nuove. Dimenticando il merito, rinchiudendosi in una discussione tra pochi, escludendo dal dibattito la società”, così ieri sera il ministro della Salute Beatrice Lorenzin su facebook dopo l’approvazione al Senato del maxiemendamento del Governo sulle unioni civili.
 
“In questi mesi avrei voluto, e credo così tutti gli italiani, un altro dibattito, un confronto più ampio, approfondito e umano, nel quale  si parlasse di famiglie, bambini e donne. Oggi – prosegue il ministro - affermiamo tutti con convinzione che è giusto che le persone omosessuali vivano con garanzie e tutele la propria vita affettiva. Affermiamo il diritto dei gay ad una vita piena. Ma affermiamo al contempo il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà”.

 
“Oggi è per me il giorno in cui riparte la battaglia contro l’utero in affitto e la mercificazione del corpo della donna. Una battaglia – ha concluso il ministro - che non può finire qui e che intendo proseguire a livello nazionale e internazionale, contribuendo alla costruzione di un movimento per l'istituzione del reato universale”.

26 febbraio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy