Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 15 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Rimborsi ex specializzandi. Fp Cgil: “Venga loro garantito il dovuto risarcimento, anche senza fare ricorso”

Così il sindacato nel corso di un'audizione al Senato, presso la commissione Istruzione, in merito al disegno di legge 2400 sugli ex specializzandi. "Approviamo gli obiettivi del disegno di legge e ci batteremo in  tutte le sedi politiche, legislative e giudiziarie per garantire a tutti i medici ex specializzandi il dovuto risarcimento". IL DOCUMENTO DELLA FP CGIL

08 NOV - Oggi in audizione al Senato presso la 7 Commissione Istruzione in merito al Ddl 2400 (ex specializzandi) la Fp Cgil Medici ha presentato una nota con la quale si condivide l'obbiettivo di garantire a tutti i medici ex specializzandi (1978/2016) il dovuto risarcimento.
 
"La Fp Cgil Medici è stata già promotrice di ricorsi con esito positivo per il riconoscimento della corresponsione di borse di studio ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione, senza che fossero remunerati in seguito alla normativa europea - si legge in una nota -. Così come nel 2011 si è battuta contro la norma che si voleva introdurre nel Ddl Stabilità per tagliare la prescrizione, e quindi il diritto al risarcimento per migliaia di medici ex specializzandi".
 
"Ritiene pertanto giusto, con coerenza, che questa annosa vicenda sia chiusa una volta per tutte con una legge che, in modo equo, consenta i giusti riconoscimenti economici a tutti i medici che sono stati ammessi alle scuole di specializzazione dal 1978 e specializzati negli anni dal 1982 al 1992, con l'estensione dei benefici normativi ai medici specializzandi ammessi alle scuole di specializzazione universitarie negli anni dal 1993 al 2006. Approva pertanto gli obiettivi del Ddl 2400 e si batterà in tutte le sedi politiche, legislative e giudiziarie per garantire a tutti i medici ex specializzandi il dovuto risarcimento".
 
“In tal senso – scrive la Fp Cgil - più che auspicabile è l’approvazione dell’emendamento all’rt.1 (Di Biagio, n. 1.2) secondo cui ai medici ammessi alle Scuole di Specializzazione in medicina dall’anno accademico 1978/1979 all’anno accademico 1991/1992, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, corrisponderà per tutta la durata del corso di specializzazione, a titolo forfettario, una remunerazione annua onnicomprensiva pari ad 11.000 euro, “indipendentemente dalla presentazione o meno di domanda giudiziale per il riconoscimento retroattivo di remunerazione o risarcimento del danno”.

08 novembre 2016
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Nota Fp Cgil

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy