Quotidiano on line
di informazione sanitaria
21 LUGLIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Pediatria. Intesa Fimp-Fimmg sul prossimo Calendario vaccinale nazionale

Sarà illustrata nel corso del V° Congresso nazionale della Federazione Italiana dei Medici Pediatri (Fimp) in corso a Torino l’intesa siglata con la Fimmg per elaborare e condividere un adeguato calendario vaccinale dall’età infantile a quella senile. Presentata anche la neonata Scuola di Nutrizione contro l’obesità infantile e la scarsa attività fisica.

29 SET - “Assistenti di volo”, prepararsi al decollo! E’ questo lo slogan con cui la Federazione Italiana dei Medici Pediatri (Fimp) ha deciso di caratterizzare il V° Congresso nazionale in corso fino al 1° ottobre a Torino. Uno slogan che nasce con l’intento da parte dei pediatri di accompagnare le famiglie nel percorso di crescita dei propri figli e insegnare loro un corretto stile di vita, fin dai primi anni.
Tra le maggiori novità che verranno trattate all’interno del Congresso ci sarà la recente nascita della Scuola di Nutrizione, perché l’obesità infantile e la scarsa attività fisica sono argomenti sempre di maggiore attualità: “Ci sarà una manifestazione dedicata all’attività motoria, perché la sedentarietà ha un ruolo determinante per l’obesità, e studieremo diete ad hoc per i bimbi a rischio”, spiega Giuseppe Mele, Presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri. “L’obesità infantile – aggiunge - sta aumentando specie nelle regioni del sud: già dai primi mesi di vita bisogna incidere sull’alimentazione, fornendo informazioni corrette alle famiglie. Per questo lo scorso anno abbiamo istituito una Scuola di formazione, sotto l’egida del Ministero della Salute, formando oltre duemila pediatri, proponendoci di formarne altrettanti nei prossimi anni”.


E’ responsabilità del pediatra disegnare il programma di ‘volo’ del bambino, secondo un percorso che ne garantisca ‘un adulto sano’. “E’ il  pediatra che può porsi l’obiettivo di incidere positivamente sulle conoscenze e sulle scelte di tutta la famiglia”, afferma Marcello Giovannini, Presidente Società Italiana di Nutrizione Pediatrica e Direttore Scientifico della Scuola di Nutrizione. “In Italia – aggiunge -, unico Paese dove a disegnare il programma nutrizionale del neonato e del lattante è lo specialista pediatra che può essere consultato gratuitamente, si riscontra invece, secondo lo studio “Okkio 2010”, una prevalenza media di obesi tra le più alte d’Europa: tra i sei e gli undici anni, più di un bambino su tre ha un peso superiore a quello che dovrebbe avere per la sua età. Sovrappeso e obesità sono importanti fattori di rischio per sindrome metabolica, malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumori. Esistono periodi critici dello sviluppo del bambino in cui l’intervento nutrizionale può condizionare la salute del futuro adulto”.
La necessità di una presa in carico globale e senza limiti d’età, anche di quelle sacche di adolescenti ed adulti suscettibili, sta anche alla base dell’intesa siglata tra Fimmg e Fimmg (Federazione italiana dei medici di medicina generale) per elaborare e condividere un adeguato calendario vaccinale dall’età infantile a quella senile, con la finalità di garantire un uso ottimale dello strumento vaccinale nella prevenzione delle malattie. “L’auspicio è che l’elaborazione di una proposta scientificamente condivisa di un Calendario vaccinale per le diverse fasi della vita, possa interagire, nel rispetto della legittima autonomia, con l’impegno da parte delle Agenzie locali con funzioni organizzative e regolatorie, al fine di sviluppare strategie altrettanto coordinate e condivise, che possano razionalizzare ed armonizzare adeguatamente la rete dell’offerta vaccinale”, ha commentato  Fiorenzo Corti, Responsabile Comunicazione della Fimmg

Recente anche un accordo tra la Fimp e il Comitato Expò 2015. “Insieme vogliamo promuovere iniziative condivise che focalizzino l’attenzione sul mondo del bambino, non solo per quello che concerne la salute, ma vogliamo rivolgerci anche all’aspetto sociale”, ha spiegato Adriano Gasperi, Segretario Generale Comitato Scientifico Expò 2015.

Altro tema che sarà affrontato nel corso del Congresso è quello relativo all’inquinamento ambientale e ai rischi che ogni giorno i bambini affrontano sia in strada sia a scuola: “I bambini al di sotto dei 5 anni sono i soggetti più a rischio a fattori ambientali”, sottolinea Michele Fiore, Coordinatore Nazionale Congresso Fimp. “L’allergia è sicuramente uno dei principali segnali dell’inquinamento: spesso le infezioni respiratorie si possono diffondere in ambienti interni semplicemente a causa del ridotto volume dell’ambiente che, permette una maggiore diffusione di  malattie infettive da una persona all’altra, come avviene nelle scuole”.

“Mi auspico – conclude il presidente Mele - che il cambio di stile di vita coinvolga anche i genitori, in modo che riescano ad avere un rapporto più diretto e stretto con i propri figli”.

Il Congresso sarà infine l’occasione per la Fimp di dare consigli utili ai genitori, presentando 2 decaloghi: uno sulle difficoltà ad addormentarsi che hanno i figli, l’altro rivolto a come difendere i bambini contro le insidie presenti nel mondo di Internet.
 

29 settembre 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy