Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 24 APRILE 2018
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Osteopati. La nostra formazione deve restare quinquennale

19 MAG - Gentile Direttore,

l'Unione Osteopati Italiani, è in prima linea riguardo al  testo proposto  dalla 12ª Commissione Igiene e Sanità del Senato,  per il disegno di legge Lorenzin 1324. Da molto tempo il nostro staff sta svolgendo un lavoro di analisi critica sugli emendamenti approvati, e ora in discussione in Aula, riguardanti la nostra professione  attraverso una pseudo regolamentazione specialistica universitaria in un area di carattere sanitario.

 

L’Osteopatia italiana nasce con una formazione privatistica, e la maggior parte degli osteopati, si sono formati nelle scuole presenti sul territorio Nazionale. Questa è la realtà oggettiva, una realtà che non è stata valutata,  poiché solo una compagine di rappresentanti ha spinto verso  un percorso specifico  sostenendo una serie di figure politiche a prendere questa scelta scellerata.

 

Noi siamo Osteopati, una professione autonoma caratterizzata da una formazione complementare come previsto nei criteri formativi stabiliti  dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), pertanto vogliamo rimanere tali.

 

Per questo appoggiamo i  due emendamenti presentati nella discussione che si terrà al Senato che sostanzialmente prevedono una formazione quinquennale con  criteri formativi previsti dall’OMS, diplomi rilasciati da Istituti privati e università, con competenze tecniche riconosciute a livello internazionale caratterizzanti l'osteopatia. Istituti di formazione accreditati al Ministero della Salute in un area del benessere, il riconoscimento dei diplomi privati  rilasciati negli anni antecedenti  alla legge.

 

Questo per chiarire al legislatore, che non possiamo cancellare la nostra professione, che prevede una formazione quinquennale, la quale, secondo il testo attualmente in discussione,  verrà invece ridotta ad una specialistica di due anni.

 

Nausicaa Oliverio 

Presidente Unione osteopati italiani

19 maggio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy