Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 20 SETTEMBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Malati oncologici. La denuncia di Ant: "Tagliati i nostri fondi. Mantenuti quelli ai privati"

La Asl di Ostia (Rm) non ha rinnovato il contributo annuale dei 40mila euro alla Fondazione che assiste i malati terminali. "Con noi spendevano 4 euro al giorno per malato assistito. Con i privati, profit e non, in convenzione spendono dai 200 ai 100 euro al giorno". 

02 FEB - I vertici della Asl responsabile del distretto di Ostia (Rm) hanno confermato il loro “no” al rinnovo del contributo di 40mila euro alla Fondazione Ant per gli anni 2012 e 2013. “E' messa così a serio rischio l'assistenza ai malati oncologici in fase terminale e alle loro famiglie", commenta una nota della fondazione.
 
"Assistenza che in oltre 10 anni- prosegue - ha fornito sostegno a domicilio a circa 1.000 malati di tumore nel popoloso quartiere romano. Il tutto realizzato da medici, infermieri, psicologi pagati da Ant e in modo completamente gratuito per gli assistiti e le loro famiglie". Nel 2011 Ant era per la prima volta riuscita a ottenere in Lazio un contributo di 40.000 euro, "un semplice aiuto per l'assistenza realizzata dai tre medici, un infermiere e uno psicologo che lavorano per la Onlus", sottoliena la nota della Fondazione nata a Bologna nel 1978 e importante realtà del Paese nel campo delle cure palliative.

Secondo le stime di Ant, la cifra spesa complessivamente dalla Asl di Ostia per ogni singolo paziente assistito nel 2011 è stata pari a 400 euro. La media di assistenza non ha superato i 100 giorni a persona, per un contributo che quindi si è mantenuto sui 4 euro al giorno.

 
A tanto ammonterebbe quindi l'onere per paziente che oggi è stato però negato. E questo mentre, denuncia Ant, "il costo di una giornata di degenza in uno degli hospice con i quali sono state attivate convenzioni a Roma grava invece sui conti della sanità pubblica per circa 200 euro e per altri 100 euro al giorno in caso di assistenza domiciliare". "Stiamo parlando di soggetti privati convenzionati, profit e non - conclude Ant - che percepiscono rimborsi da centinaia di euro al giorno per ogni assistito quando con Ant il Ssn nel 2011 spendeva solo 4 euro al giorno per ogni assistito per un servizio domiciliare di pari livello”.  

02 febbraio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy