Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 22 NOVEMBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Toscana. Regione alza la guardia contro gioco d’azzardo e alcol

Attraverso un finanziamento di 300 mila euro sono state garantite azioni di sensibilizzazione, prevenzione, cura e riduzione dei rischi dovuti all’abuso di alcol, nonché l’inserimento, per i dipendenti da gioco d’azzardo patologico, nei  principali trattamenti di cura svolti dai Sert (Servizi per le tossicodipendenze).

19 SET - Alcol e gioco d’azzardo: la Regione alza la guardia e rafforza le attività di prevenzione e cura. Le misure sono contenute in due delibere approvate di recente dalla Giunta, che hanno destinato complessivamente 300 mila euro al contrasto delle dipendenze da alcol e gioco d’azzardo patologico.

Per quanto riguarda la dipendenza da alcol, la Regione ha voluto rafforzare le azioni di sensibilizzazione, informazione, prevenzione, cura e riduzione dei rischi dovuti all’uso e all’abuso di sostanze alcoliche. Sono stati destinati a questo scopo 133 mila euro, di cui 23 mila per la Asl 10 di Firenze (nel cui territorio si rileva una maggior diffusione di comportamenti a rischio dovuti all’uso e abuso di sostanze alcoliche) e 10 mila per ciascuna delle altre 11 Asl toscane.

Quanto al gioco d’azzardo patologico, la cifra stanziata è di 170 mila euro: 10 mila euro per ciascuna delle 12 Asl toscane, perché i Sert (Servizi per le tossicodipendenze) assicurino anche per i giocatori patologici la disponibilità dei principali trattamenti di cura, riabilitazione e reinserimento sociale; e 50 mila euro per il proseguimento della sperimentazione avviata per il trattamento residenziale Orthos. Il progetto Orthos è stata un’esperienza residenziale unica in Italia. In una casa colonica in provincia di Siena, a Monteroni d’Arbia, sono state ospitate 8 persone per volta, con un modulo intensivo di 21 giorni e un approccio educativo che le aiuti a ricostruire il proprio progetto di vita. L’iniziativa, partita nel 2007, ha permesso il trattamento fino ad oggi di 170 persone affette da gioco d’azzardo patologico.


“Sono in crescita i comportamenti di dipendenza, con tutti i rischi connessi, sia per le persone che ne soffrono che per i loro familiari e per quanti vivono loro vicini – ha detto l’assessore al diritto alla Salute, Daniela Scaramuccia –. Le dipendenze da alcol e dal gioco d’azzardo sono molto indicative in questo senso. Come Regione stiamo compiendo uno sforzo rilevante per limitare, e prima di tutto prevenire, questi comportamenti, offrendo a chi ne è vittima tutti gli strumenti per uscirne”.

19 settembre 2011
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy