Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 22 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Hiv. Amenorrea più frequente tra le donne sieropositive

Una nuova metanalisi USA conferma la maggiore predisposizone delle donne sieropositive a soffrire di amenorrea. Un disturbo che, oltre a rappresentare un fattore di rsichio per la salute cardiocascolare e delle ossa, ostacola le possibilità di concepimento, se non diagnosticato tempestivamente

13 DIC - (Reuters Health) – Una nuova metanalisi conferma che le donne con HIV sono più soggette ad amenorrea rispetto a coloro che non hanno contratto il virus. “Un basso livello di estrogeni nelle donne sieropositive, che vanno in menopausa prima delle altre, può peggiorare la salute delle ossa e aumentare il rischio cardiovascolare”, dice Melanie C. Murray, della University of British Columbia di Vancouver, principale autrice dello studio.
 
“Negli USA, inoltre, l’80% delle donne con un’infezione da HIV sono in età fertile e più della metà vuole avere un bambino. l tasso di trasmissione perinatale dell’HIV è inferiore all 2% o meno in Nord America e Europa, quindi esiste una possibilità concreta che si porti avanti una gravidanza senza trasmettere il virus”.

Lo studio
. Murray e il suo team hanno analizzato sei studi osservazionali pubblicati tra il 1996 e il 2010, che hanno coinvolto complessivamente 6.570 donne con HIV e 2.355 controlli.
La prevalenza generale di amenorrea, definita come cessazione delle mestruazioni da minimo tre mesi, si è attestata al 4,8%. Le donne che convivevano con l’HIV presentavano il 68% in più delle probabilità di avere amenorrea rispetto ai controlli ,anche a parità di fattori di rsichio (uso di sostanze stupefacenti, fumo) e status socio-economico.


Le donne con HIV avevano, però, un indice di massa corporea significativamente inferiore.
“Non è chiaro, però, se i tassi più elevati di amenorrea con l’HIV siano dovuti solamente all’indice di massa corporea o se siano coinvolti anche la minore presenza di CD4 e l’immunosoppressione, che contribuiscono a una diminuzione del BMI”, scrivono gli autori su AIDS.

“La salute riproduttiva è importante nella cura olistica delle donne in premenopausa con HIV e quelle che si presentano in strutture per la cura del virus dovrebbero essere sottoposte ad adeguati controlli per amenorrea e cause secondarie”, concludono i ricercatori. “Chi fornisce le cure dovrebbe essere consapevole delle questioni di salute legate all’ amenorrea e rilevare in anamnesi l’ultima mestruazione e i metodi contraccettivi usati, per una valutazione diagnostica e un trattamento precoci”.

Fonte: AIDS 2018

 
Anne Harding
 

(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

13 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy