Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 APRILE 2024
Cronache
segui quotidianosanita.it

Inquinamento dell’aria in Emilia-Romagna. Aumenta l’interesse ad azione collettiva “Aria Pulita”: +36% negli ultimi 3 mesi


Consulcesi: “Una situazione critica ormai da anni in Emilia-Romagna, cresce l’insofferenza e di conseguenza l’attivismo dei cittadini”

15 MAR -

In Emilia-Romagna sempre più persone, stanche di subire gli effetti dell’inquinamento atmosferico sulla propria salute, decidono di prendere parte a proteste e altre azioni di mobilitazione, come quella promossa dal team di legali Consulcesi “Aria Pulita”.

In particolar modo dall’inizio del nuovo anno, l’azione collettiva Aria Pulita ha suscitato un crescente interesse tra la popolazione regionale. Solo negli ultimi tre mesi, si sono registrate più di 43mila dimostrazioni di interesse, equivalenti a circa il 36% delle dimostrazioni complessive giunte dall’Emilia-Romagna dal lancio dell’azione collettiva.

“In Emilia-Romagna vediamo crescere la consapevolezza, e di conseguenza l’insofferenza, della popolazione verso un problema che perdura da anni e verso cui le misure intraprese finora si stanno dimostrando insufficienti - dichiara Massimo Tortorella, presidente del Gruppo Consulcesi.

“Il recente studio poi, emerso proprio dal Sant'Orsola e dall’Università di Bologna, conferma ancora una volta la correlazione tra aumento di bronchioliti e alti livelli di inquinamento dell’aria - ha aggiunto Tortorella - Ma è solo l’ultimo campanello d’allarme per una situazione critica verso cui oggi più che mai i cittadini chiedono risposte concrete”.

“Aria Pulita” in Emilia-Romagna

Fin dal suo lancio a giugno 2023, l’azione collettiva “Aria Pulita” di Consulcesi ha visto una graduale ma costante crescita del numero di persone interessate. Tra le regioni più coinvolte, subito dopo la Lombardia, il Lazio e la Campania, spicca l’Emilia-Romagna.

Qui, nello stesso periodo in cui si sono susseguite senza sosta le allerte smog, “abbiamo registrato un’interessante crescita delle dimostrazioni d’interesse dalle persone residenti in regione - ha aggiunto Bruno Borin, responsabile del team legale di Consulcesi – La popolazione appare sempre più stanca di dover fare affidamento al meteo per un miglioramento delle concentrazioni degli inquinanti nell’aria e chiede più tutele per la salute”.

Gli ultimi dati (da giugno 2023 al 12 marzo 2024) raccontano di circa 117.570 persone solo in Emilia-Romagna che hanno dimostrato interesse nell’azione collettiva “Aria Pulita” di Consulcesi. In vetta alla classifica troviamo Parma con 10.418 persone interessate, seguita da:

Rimini – 8.439

Modena – 7.080

Reggio Emilia – 5.167

Cesena – 4.612

Forlì – 2.078

Ferrara – 1.983

Ravenna – 1.887

Piacenza – 1.606

Fidenza – 1.453

Oltre a circa 14.719 persone di cui è nota la sola regione d’appartenenza.

L’azione collettiva “Aria Pulita”

In totale sono all’incirca 40 milioni i cittadini costretti a respirare aria malsana e potenzialmente dannosa per la loro salute e che, per questo, possono richiedere un risarcimento allo Stato e alle Regioni, aderendo all’azione collettiva Aria Pulita di Consulcesi.

L’Emilia-Romagna è una delle regioni italiane che ospita più comuni candidabili all’azione collettiva Aria Pulita. Sono infatti circa 195 i comuni emiliano-romagnoli eleggibili per l’iniziativa legale tra i 3.384 comuni e città italiane individuate dal team di Consulcesi tra quelli per i quali la Corte di Giustizia Europea ha multato l’Italia per violazione del superamento dei valori soglia di polveri sottili (Pm10) e biossido d’azoto (NO2).

Solo in Emilia-Romagna, si stimano circa oltre tre milioni e 450 mila persone costrette a respirare aria cattiva e potenzialmente dannosa per la loro salute e che, per questo, possono richiedere un risarcimento allo Stato, aderendo all’azione collettiva Aria Pulita di Consulcesi.

Per partecipare all'azione collettiva, è sufficiente dimostrare, attraverso un certificato storico di residenza, di aver risieduto tra il 2008 e il 2018 in uno o più dei territori coinvolti. Per informazioni su come aderire, Consulcesi mette a disposizione il sito di Aria Pulita: www.aria-pulita.it.



15 marzo 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy