Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 27 FEBBRAIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Padoan: “Rivedremo al ribasso le stime del Pil”. Aumento del Fondo sanitario a rischio? E sul referendum: “Votare ‘sì’ per ridurre  i costi della politica e semplificare la macchina legislativa”

di G.R.

Queste le dichiarazioni rilasciate dal ministro dell'Economia all'Euromoney Conference che ha spiegato: "L'economia italiana sta crescendo non così velocemente come vorremmo". La revisione al ribasso avverrà in occasione dell'aggiornamento al Def, in vista della discussione parlamentare sulla legge di stabilità. Quanto alla riforma costituzionale: "Migliorerà grandemente il funzionamento della macchina legislativa".

13 SET - La ripresa economica stenta a decollare, una notizia di certo non buona in vista della prossima legge di stabilità. A confermare la crescita a rilento dell'economia italiana è lo stesso ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, che dall'Euromoney Conference spiega: "L'economia italiana sta crescendo non così velocemente come vorremmo. Le previsioni di crescita saranno riviste al ribasso anche nei dati che il Governo rilascerà ad ottobre".
 
Aumento Fondo sanitario a rischio? La revisione al ribasso del Pil avverrà dunque in occasione dell'aggiornamento al Def e in vista della discussione parlamentare sulla legge di stabilità. I segnali per la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, sono insomma tutt'altro che incoraggianti e la strada che passa per quell'atteso aumento di 2 mld del Fondo sanitario nazionale si conferma in salita e non priva di ostacoli. La stessa Lorenzin aveva di recente, e a più riprese, giudicato come "imprescindibile" l'aumento del Fsn per poter affrontare le "prorità che attendono la sanità italiana", che quest'anno dovrà occuparsi, in particolare, del Fondo per l’Epatite, della spesa farmaceutica ospedaliera e dei farmaci oncologici che siano davvero innovativi, ma anche di rimpolpare il personale.
 
Meno tasse. Il ministro dell'Economia ha inoltre annunciato un ulteriore abbassamento delle tasse: "Abbiamo abbassato le tasse sia per le famiglie in termini di reddito disponibile sia per le imprese fin dall'inizio e continueremo a farlo. Certo dobbiamo farlo in modo credibile e quindi cercheremo altre voci di spesa su cui intervenire".
 
Riforma costituzionale. Infine, commentando le riforme in atto, e soffermandosi in particolare su quella del Senato, Padoan ha dichiarato: "La riforma renderà più celere e efficace il processo legislativo oltre a ridurre i costi della politica. Votare sì, non solo riduce i costi ma semplifica la macchina pubblica". Quanto all'impatto economico del referendum in termini di semplificazione della macchina legislativa: "La riforma costituzionale - ha spiegato - migliorerà grandemente come la macchina legislativa funziona e questa è per me la migliore ragione per votare sì al referendum". Se la riforma non sarà approvata, ha concluso, "perderemo un'opportunità".
 
Giovanni Rodriquez

13 settembre 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy