Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 12 GIUGNO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Epatite C. M5S: “Egitto prova che piano eradicazione è possibile, Italia non ha scuse”


Così i deputati pentastellati della commissione Affari Sociali commentano i dati del rapporto globale dell'Oms che hanno reso noto come nel 2015 circa 170.000 pazienti egiziani siano stati trattati dalla sanità pubblica con i farmaci di seconda generazione contro il virus dell’epatite C. "In Italia trattamenti a carico dello Stato ad oggi sono poco più di 59 mila. E’ abominevole che i cittadini debbano mettersi in fila per accedere alle cure".

08 NOV - “Il Rapporto globale dell’Oms rende noto che nel 2015 circa 170.000 pazienti egiziani sono stati trattati dalla sanità pubblica con i farmaci di seconda generazione contro il virus dell’epatite C. Complessivamente tra il 2015 ed il 2016 la cifra è lievitata arrivando ad un numero complessivo davvero sorprendente: 670.000 mila pazienti. In Italia, lo sappiamo, i trattamenti contro l’epatite C a carico dello Stato ad oggi sono poco più di 59 mila a fronte di casi (noti) al sistema sanitario pari a 435 mila. E’ abominevole che i cittadini debbano mettersi in fila per accedere alle cure nella speranza che il loro turno non giunga troppo tardi”. Così i deputati M5s in commissione Affari Sociali.
 
“Quanto sta accadendo in altri paesi mette a nudo tutte le criticità del Ministero della Salute e dell'Aifa che adesso non hanno più scuse. Il contratto con la ditta Gilead, relativo al farmaco Sovaldi, è scaduto a giugno e da allora nessuno sa più nulla. E’ assolutamente necessario, lo ribadiamo per l’ennesima volta, realizzare un piano di eradicazione pluriennale ed ottenere un contratto che preveda un costo a trattamento non superiore a 4 mila euro”, concludono i pentastellati.

08 novembre 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy