Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 26 SETTEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Cresce in Italia il mercato dell’oftalmico: +3% nell’ultimo anno. I nuovi dati Iqvia


Complessivamente il mercato dei prodotti oftalmici è cresciuto del 3,3% rispetto al 2020 con un fatturato di 731 milioni di euro nel 2021, di cui 553 milioni nel canale retail (76%) e i restanti 178 milioni (24%) nel canale ospedaliero. Di questi ultimi, il 92% è in Classe H, cioè farmaci prescrivibili soltanto in ambito ospedaliero.

03 MAG -

Secondo i dati pubblicati da IQVIA il mercato oftalmico in Italia ha registrato un fatturato di 731 milioni di euro nel 2021, di cui 553 milioni nel canale retail (76%) e i restanti 178 milioni (24%) nel canale ospedaliero. Di questi ultimi, il 92% è in Classe H, cioè farmaci prescrivibili soltanto in ambito ospedaliero.

Nel 2021, il 96,2% dei prodotti retail è stato venduto in farmacia - con una performance positiva pari al +3,0% rispetto all’anno precedente -  mentre il 2,6% è stato dispensato in parafarmacia e l’1,2% dalla grande distribuzione organizzata (GDO). Complessivamente il mercato dei prodotti oftalmici è cresciuto del 3,3% rispetto al 2020.

Il quarto trimestre 2021 è stato particolarmente vivace in questo settore segnando un aumento, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, del 6,2%.

Nel mercato retail sono le lacrime artificiali a fare la parte del leone con 132,7 milioni di euro di fatturato, seguito dagli integratori per gli occhi a 57,2 milioni. Mentre, tra i prodotti etici, sono i farmaci per il glaucoma a fatturare di più con 142,9 milioni di ricavi, seguiti dagli anti-infiammatori e gli anti-infettivi a 105,1 milioni, gli anti-allergici a 37,3 milioni e i prodotti per l’igiene oculare a 29 milioni di euro

La sempre crescente popolazione anziana è uno dei principali motori del mercato dell'oftalmologia. Infatti, è risaputo che gli anziani sono più vulnerabili a sviluppare condizioni legate agli occhi come il glaucoma, la degenerazione maculare legata all’età, l’edema maculare, la retinopatia e la secchezza oculare e che, dunque, l’invecchiamento della popolazione spinge la domanda di prodotti oftalmici.

I costanti progressi nella tecnologia medica hanno inoltre spinto la crescita del mercato globale dei nuovi prodotti oftalmici (per nuovi si considerano i lanci avvenuti negli ultimi 12 mesi).  Infatti, osservando il contributo ai ricavi dato dai prodotti lanciati durante il 2021, si nota che nel campo delle lacrime artificiali, i prodotti “maturi” hanno avuto un incremento del 3,1%, mentre i nuovi prodotti sono cresciuti del 5,2%.

La prescrizione di prodotti oftalmici è effettuata in grande maggioranza dagli specialisti (94%), mentre i medici generici ne prescrivono l’1,5% e i pediatri il 3,3%.

Per quanto riguarda i prodotti etici, alla maggioranza è scaduto il brevetto (74%), ma gli originator rappresentano quasi la metà di questo mercato a valori (47%).  Mentre il 26% dei prodotti etici è ancora protetto dal brevetto.



03 maggio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy