Quotidiano on line
di informazione sanitaria
04 DICEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Covid. Ema: “Situazione stabile ma restiamo vigili”. Attesa per metà settembre valutazione su vaccini contro Omicron Ba4 e Ba5


L’Agenzia europea del farmaco evidenzia poi come “abbiamo visto finora che tutti i vaccini adattati stanno mostrando un miglioramento della risposta immunitaria alle sottovarianti di Omicron indipendentemente dalla variante di preoccupazione che è stata incorporata nel vaccino”.

02 SET -

“Dai dati dell'Ecdc che abbiamo è ancora in corso la circolazione del virus della variante Omicron Ba5 con il picco di questa estiva già raggiunto nelle scorse settimane in diversi Stati. La situazione epidemiologica in Europa allo stato attuale appare stabile con il trend di nuovi contagi e ricoveri in calo in modo sostanziale in quasi tutti i Paesi”. Lo ha dichiarato Marco Cavaleri, capo della strategia vaccinale dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali. “L'Ema resta vigile anche per possibili nuove ondata che sono sempre difficili da prevedere”, ha aggiunto.

Tema caldo i nuovi vaccini adattati alle nuove sottovarianti Omicron. I vaccini contro il Covid adattati per le subvarianti di Omicron BA.4 e BA.5 “sono attualmente in fase di revisione da parte dell'Ema o saranno presentate a breve. Stiamo effettivamente valutando una richiesta di un vaccino bivalente” Comirnaty (Pfizer Biontech) adattato e mirato “sia contro il ceppo originale e sia contro le varianti BA4 e 5. L'esito di questo esame è atteso per metà settembre”.

I vaccini adattati approvati ieri dall'Ema, ha anche segnalato Cavaleri, “innescano forti risposte immunitarie contro Omicron BA1 e il SarsCoV2 originale nelle persone già vaccinate. I dati preliminari hanno anche indicato che gli anticorpi generati da questi vaccini adattati sono in grado di neutralizzare altre varianti Omicron, incluso BA2.75”, intercettata in particolare in India, “e, importante, Omicron 5», ha sottolineato. “Abbiamo visto finora che tutti i vaccini adattati stanno mostrando un miglioramento della risposta immunitaria alle sottovarianti di Omicron indipendentemente dalla variante di preoccupazione che è stata incorporata nel vaccino”

Alla domanda su quale vaccino o booster andrebbe fatto contro il Covid per chi è già vaccinato “gli Stati membri stanno preparando l'offerta di vaccini adattati” autorizzati o di cui si attende l'autorizzazione. “Ci si attende che tutti espanderanno l'immunizzazione contro le varianti di preoccupazione, specialmente Omicron non importa quale variante di preoccupazione sia stata incorporata nel vaccino. Quindi è importante ricevere il vaccino adattato che vi viene reso disponibile, non c'è bisogno di aspettare un altro vaccino adattato”.

 



02 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy