Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 15 APRILE 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Vaccini. Il futuro è nella patch microneedle?

di Will Boggs

Secondo uno studio di fase 1 pubblicato da Lancet, un patch microneedle(MNP) – ovvero un dispositivo adesivo che contiene aghi di dimensioni microscopiche –  può rilasciare in modo sicuro ed efficace un vaccino inattivato contro l’influenza. Il dispositivo è costituito da eccipienti imbevuti su un supporto (patch) che trasporta gli antigeni del vaccino nell’epidermide e nel derma.

10 LUG - (Reuters Health)Rouphael e colleghi del gruppo di studio TIV-MNP dell’Emory University di Atlanta hanno confrontato, in 100 adulti sani, la sicurezza, la reattività, l’immunogenicità e l’accettabilità del vaccino inattivato contro influenza erogato con il nuovo dispositivo (MNP-IIV), rispetto a quello erogato tradizionalmente per via intramuscolare (IM). Non ci sono stati effetti avversi gravi correlati al prodotto. Gli eventi di risposta reattiva sistemica si sono mostrati più frequenti nel gruppo a erogazione intramuscolare (12% rispetto al 2% nei gruppi MNP combinati), mentre gli eventi locali di reazione (prurito e eritema) erano più frequenti nei gruppi MNP (rispettivamente dell’82%, del 40% % in confronto al 16% e allo 0% nel gruppo IM).

I risultati
I partecipanti ai gruppi IM hanno riferito più frequentemente dolore nel sito di iniezione e di maggiore gravità rispetto ai gruppi MNP. L’incidenza complessiva degli eventi avversi, tuttavia, era simile tra i due gruppi vaccinati. Al 28esimo giorno, le titolazioni medie geometriche erano simili nei gruppi MNP e nel gruppo IM per tutti i ceppi di virus. Anche le percentuali di sieroprotezione e di sieroconversione alla 28esima giornata erano simili nei due gruppi, tranne che per la percentuale di sieroconversione rispetto al ceppo B che si è mostrata più elevata nei gruppi MNP che nel gruppo IM. Il 70% degli utilizzatori di MNP preferiva questa modalità rispetto alla vaccinazione intramuscolare, il 19% lo preferiva rispetto alla vaccinazione intranasale e il resto affermava che sarebbe stato meglio non vaccinarsi.

I commenti
“Abbiamo bisogno di studi più ampi per confermare i risultati di sicurezza e immunogenicità di questa fase 1”, ha dichiarato Rouphael. “Abbiamo anche bisogno di testare il dispositivo in diverse popolazioni e per diversi vaccini”. “Le patch microneedle hanno il potenziale per diventare candidati ideali per i programmi di vaccinazione di massa, non solo in zone con risorse insufficienti, ma anche per coloro che attualmente preferiscono non vaccinarsi – dicono Katja Hoeschler e Maria C. Zambon della Public Health England, Londra, in un editoriale correlato allo studio – Sebbene MNP-IIV possa aiutare a superare le barriere legate all’accettabilità del vaccino, è necessaria una ricerca per indagare i meccanismi immunologici di MNP-IIV e sarà necessario dimostrare l’efficacia del vaccino con studi futuri”.

Fonte: Lancet 2017

Will Boggs

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

10 luglio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy