Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 SETTEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Trial britannico conferma che il desametasone, un corticosteroide, riduce di un terzo la mortalità nei casi gravi


Lo studio Recovery ha dimostrato come questo corticosteroide, economico e ampiamente disponibile, sia riuscito a ridurre le morti di un terzo tra i pazienti gravemente malati di Covid-19. I risultati potrebbero anche avere implicazioni per altre gravi malattie respiratorie. Kenneth Baillie del comitato direttivo dello studio: "È un risultato sorprendente. Avrà chiaramente un enorme impatto globale".

16 GIU - Un corticosteroide economico e comunemente usato riesce a salvare la vita alle persone gravemente malate di Covid-19. È quanto emerge da uno studio clinico condotto nel Regno Unito. Il desametasone è il primo farmaco che ha dimostrato di ridurre i decessi causati dal coronavirus, più in particolare, l'utilizzo di questo medicinale ha ridotto di circa un terzo i decessi nei pazienti che erano in terapia ventilatoria a causa dell'infezione.
 
"È un risultato sorprendente - ha affermato Kenneth Baillie, un medico di terapia intensiva dell'Università di Edimburgo che fa parte del comitato direttivo dello studio Recovery -. Avrà chiaramente un enorme impatto globale".
 
Lo studio Recovery, lanciato a marzo - e di cui avevamo già dato notizia su Quotidiano Sanità - è uno dei più grandi studi randomizzati e controllati al mondo per i trattamenti con coronavirus. Lo studio ha arruolato 2.100 partecipanti che hanno ricevuto desametasone a una dose bassa o moderata di sei milligrammi al giorno per dieci giorni. Questi sono stati poi confrontati con circa 4.300 persone che hanno ricevuto invece cure standard per l'infezione da coronavirus.
 
L'effetto del desametasone è stato più evidente tra i pazienti critici in terapia ventilatoria. Anche coloro che stavano assumendo ossigenoterapia ma non erano sottoposti a ventilazione hanno visto un miglioramento: il rischio di decesso per quei partecipanti è stato ridotto del 20%. Il corticosteroide non ha avuto effetti sugli esiti tra quelli con casi lievi di Covid-19 - persone senza necessità di ossigeno o ventilazione. 
 
Lo studio Recovery suggerisce che alle dosi testate, i benefici del trattamento con steroidi possono superare il danno potenziale. Lo studio non ha riscontrato eventi avversi una volta sospeso il trattamento. "Questo trattamento può essere somministrato praticamente a chiunque", ha affermato Peter Horby, specialista in malattie infettive all'Università di Oxford a capo dello studio.
 
Fino ad oggi l'unico farmaco che aveva dimostrato effetti benefici sui pazienti Covid-19 in un ampio studio clinico randomizzato e controllato era stato il farmaco antivirale remdesivir. Remdesivir aveva però dimostrato di ridurre l'ospedalizzazione dei pazienti, ma non ha avuto un effetto statisticamente significativo sui decessi.
 
Il desametasone, al contrario, è un medicinale presente sugli scaffali farmaceutici di tutto il mondo ed è disponibile come pillola - un vantaggio particolare poiché le infezioni da coronavirus continuano ad aumentare nei paesi con accesso limitato all'assistenza sanitaria. I risultati potrebbero anche avere implicazioni per altre gravi malattie respiratorie, ha spiegato Baillie. Ad esempio, anche i trattamenti steroidei per una condizione chiamata sindrome da distress respiratorio acuto sono controversi. "Questo ci dà davvero un'ottima ragione per esaminarlo da vicino, perché i benefici della mortalità sono così straordinariamente grandi - ha affermato Baillie -. Penso che questo avrà effetti anche oltre il Covid-19".

16 giugno 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy