Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 07 OTTOBRE 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Salute mentale. Coletto (Lega): “In primo piano nel programma della Lega”


“Il nostro programma punta alla realizzazione di un Piano sperimentale per la salute mentale 2022-2026, con percorsi di cura efficaci con un occhio attento alla gestione dei casi più gravi e invalidanti per i quali proponiamo anche nuovi modelli residenziali per la presa in carico di coloro che sono privi dell’assistenza familiare, o per i quali la permanenza in famiglia sia temporaneamente impossibile o contrastante con il progetto di cura”

16 SET -

“La salute mentale occupa un posto di primo piano nel programma di governo della Lega che tra i principali obiettivi per garantire il benessere dei cittadini, mette proprio il rafforzamento delle prestazioni sanitarie per tutte le persone che soffrono di disturbi mentali” - dichiara Luca Coletto (Lega per Salvini Premier), confermando l'impegno per la prossima legislatura. “Non dimentichiamo”, prosegue, “che la pandemia ha fatto aumentare in maniera forte i bisogni non solo dei pazienti, ma anche delle loro famiglie che si sono trovate a gestire in casa durante le varie ondate della pandemia, situazioni spesso molto pesanti. Ecco perché bisognerà investire ancora di più sui servizi socio-assistenziali e sull'assistenza sociosanitaria semiresidenziale e residenziale, nonché sul potenziamento dei servizi di diagnosi precoce e cura di queste patologie, con un aumento dei posti letto negli ospedali per i ricoveri volontari”. 

Coletto, dopo aver ricordato che spesso le patologie mentali vengono riconosciute e curate in ritardo con un notevole carico di cura per il nucleo familiare, ha ribadito l’impegno all’istituzione di un fondo per il sostegno psicologico delle famiglie nonché per la cura e la gestione del proprio familiare. “Il nostro programma”,– ha concluso,– “punta alla realizzazione di un Piano sperimentale per la salute mentale 2022-2026, con percorsi di cura efficaci con un occhio attento alla gestione dei casi più gravi e invalidanti per i quali proponiamo anche nuovi modelli residenziali per la presa in carico di coloro che sono privi dell’assistenza familiare, o per i quali la permanenza in famiglia sia temporaneamente impossibile o contrastante con il progetto di cura”. Concludendo Coletto ha evidenziato che grande attenzione è stata riservata anche per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità mentale che, laddove possibile, devono essere supportati nel loro processo di crescita personale e professionale per favorire una vita indipendente che va garantita a tutti.

 

 



16 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy