Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 28 GENNAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Camera. Lorenzo Fontana (Lega) eletto nuovo presidente. Ora è tutto pronto per l’avvio delle consultazioni al Quirinale

di G.R.

Dopo le tre fumate nere di ieri il Centrodestra decide di convergere questa mattina sul nome del leghista Fontana che passa al quarto scrutinio con 222 voti, 15 in meno rispetto a quelli su cui sulla carta poteva contare la maggioranza. Le opposizioni rispetto a ieri cambiano strategia e danno indicazioni di voto. Ma salta il tentativo di presentarsi unite su un unico candidato. Il PD vota Maria Cecilia Guerra, IV-Azione Matteo Richetti e il M5S Cafiero De Raho. Dai banchi dell'opposizione si alza uno striscione contro Fontana. Ora parte il conto alla rovescia per l'avvio delle consultazioni

14 OTT -

Dopo l'elezione di Ignazio La Russa (FdI) alla presidenza del Senato ieri al primo scrutino, l'assemblea della Camera ha eletto questa mattina Lorenzo Fontana (Lega) come presidente con 222 voti a favore, 15 in meno rispetto a quelli su cui sulla carta poteva contare la coalizione di maggioranza.

Come avevamo raccontato, già nel corso del pomeriggio di ieri l'indicazione del Centrodestra era cambiata. Inizialmente si era puntato su Riccardo Molinari, che resterà invece capogruppo della Lega alla Camera come nella scorsa legislatura. Stava invece prendendo corpo l'ipotesi di Fontana come nuovo presidente a Montecitorio. Scelta confermata poi ufficialmente questa mattina dalla stessa Giorgia Meloni: "Fontana è il candidato del Centrodestra".

Ad inizio seduta dai banchi dell'opposizione è andata in scena una breve protesta quando è stato sollevato uno striscione con la scritta: "No a un presidente omofobo pro Putin". Il riferimento è alle posizioni espresse negli anni da Fontana contro le unioni civili, le sanzioni alla Russia ed in favore del presidente della Federazione russa.

L'opposizione, dopo la decisione di votare scheda bianca ieri al Senato, ha provato oggi a cambiare strategia dando indicazioni di voto. Inizialmente si è tentata la trattativa per far convergere tutte le opposizioni su un nome unitario. Enrico Letta (PD) avevae proposto quello di Maria Cecilia Guerra. Una strategia morta sul nascere visto che poco dopo Azione-IV ha ufficializzato la scelta di puntare su Matteo Richetti mentre il M5S ha dato indicazioni di voto per Cafiero De Raho.

A questo punto è tutto pronto per l'avvio delle consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo Governo che, già nei prossimi giorni, dovrebbero prendere il via proprio a partire dai due nuovi presidenti di Camera e Senato.

Giovanni Rodriquez



14 ottobre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy