Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Donazione sangue. Salvini: “Al lavoro per renderla ‘volontaria-obbligatoria’ nelle scuole”. Ma Cns e Civis bocciano la proposta: “Ipotesi ci lascia perplessi”


L’annuncio del vicepremier in occasione della firma del protocollo d'intesa tra l'Associazione Donatorinati - Polizia di Stato ed i Vigili del fuoco. Scettico il Centro nazionale sangue: “Lascia perplessi l’ipotesi dell’obbligatorietà, anche se probabilmente si è trattato solo di una ‘provocazione’”.

20 NOV - “Lavoreremo con il ministro dell'Istruzione ad un ossimoro: la donazione `volontaria obbligatoria´ nelle scuole, perché se li becchi a 18 anni poi te li tieni per i successivi 40 anni. Io ho cominciato a donare il sangue grazie al mio papà, che per i 18 non mi ha regalato il motorino, ma mi ha portato all'Avis”. È quanto ha annunciato il ministro dell'Interno Matteo Salvini, in occasione della firma del protocollo d'intesa tra l'Associazione Donatorinati - Polizia di Stato ed i Vigili del fuoco.
 
Presenti anche il capo della polizia, Franco Gabrielli, il capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Bruno Frattasi, il capo del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, Gioacchino Giomi ed il presidente dell'associazione, Claudio Saltari.
 
Nell'occasione, l'associazione Donatorinati - Polizia di Stato ha organizzato nel piazzale del Viminale una raccolta di sangue straordinaria con un'autoemoteca ed un'e'quipe medica del Policlinico Gemelli di Roma che ha accolto i donatori.
 
Salvini ha definito la donazione del sangue anche “una questione di sicurezza nazionale, perché se non lo raccogli lo compri ed in altri Paesi non ci sono i controlli rigorosi presenti in Italia”.
 
Il ministro ha quindi ribadito l'intenzione “di far sì che milioni di ragazzi che potrebbero donare lo facciano. La paura dell'ago - ha aggiunto - fa ridere. Anche io ce l'ho”.
 
Il prefetto Frattasi ha fatto sapere di aver aderito “con entusiasmo all'iniziativa che è nelle corde del Corpo dei vigili del fuoco, istituzione volta a stare vicino ai cittadini e donare il sangue è un gesto di grande generosità gratuita”.
 
Il capo della Polizia Gabrielli, da parte sua, ha sottolineato l'importanza “di una battaglia nella quale dobbiamo coinvolgere più gente possibile. Non c'è una formula clinica che sostituisce il sangue, quindi dobbiamo donare per salvare altri esseri umani”.
 
“L'adesione dei vigili del fuoco - ha spiegato il presidente dell'associazione Donatorinati-Polizia di Stato, Claudio Saltari - può arricchire il nostro messaggio”.
 
Centro nazionale sangue: “Perplessi su obbligatorietà”
 
“Abbiamo appreso delle dichiarazioni odierne del ministro degli Interni, Matteo Salvini, in tema di donazione di sangue, sensibilizzazione e possibile obbligatorietà per gli studenti maggiorenni”. Scrivono così in una nota il portavoce del Civis, Gianpietro Briola e il Direttore Generale del Cns Giancarlo Liumbruno, commentando le parole del vicepremier.
 
“Sul tema – continua il Cns - desideriamo ricordare che da anni, grazie anche a un protocollo con il MIUR e alla disponibilità di tantissimi volontari, le Associazioni fanno opera di sensibilizzazione nelle scuole, già a partire dalle scuole primarie. Un rafforzamento della collaborazione con le Istituzioni e un rilanciato protagonismo delle Istituzioni stesse nel promuovere la donazione volontaria, anonima, responsabile e non remunerata di plasma e sangue trova tutto il nostro consenso e appoggio”.
 
“Lascia invece perplessi – sottolinea il Centro nazionale sangue -  l’ipotesi dell’obbligatorietà, anche se probabilmente si è trattato solo di una “provocazione” durante la conferenza stampa, che condividiamo come obbligatorietà di corretta informazione e formazione ai giovani, a partire dalle scuole di ogni ordine e grado, sulla donazione biologica. Siamo convinti – come abbiamo già fatto e sottolineato la scorsa estate in incontri al ministero degli Interni e al Ministero dell’Istruzione – che si possa e si debba continuare a lavorare insieme sulla promozione di un gesto importantissimo, ma che deve sempre attenere a una motivazione personale di solidarietà”.

20 novembre 2018
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy