Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Covid. Dal G7 impegni per 7,5 mld di dollari per garantire accesso equo a vaccini


È quanto emerso nella riunione dei 7 grandi (Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Giappone, Germania, Francia e Italia, più l'Ue) cui per la prima volta hanno partecipato il premier italiano Mario Draghi e il nuovo presidente Usa Joe Biden. Tra gli impegni anche il rafforzamento dell’Oms, il potenziamento della produzione di vaccini e il sequenziamento delle varianti

19 FEB - “Intensificare la cooperazione sulla risposta sanitaria a COVID-19”. È questo il messaggio forte che è emerso oggi durante la riunione del G7. I sette membri (Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Giappone, Germania, Francia e Italia, più l'Ue) si sono riuniti oggi in videoconferenza e nel messaggio finale hanno posto alcuni obiettivi.
 
Il primo è quello di lavorare con e insieme per “rafforzare l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e sostenendone il ruolo guida e di coordinamento”.
 
Altro obiettivo è quello di “accelerare lo sviluppo e la diffusione di vaccini globali”. E in questo senso i 7 grandi oggi hanno deciso un aumento degli impegni finanziari di oltre quattro miliardi di dollari per ACT-A e COVAX, per cui il sostegno collettivo del G7 ammonta a sette miliardi e mezzo di dollari. “Riaffermiamo – si legge nel messaggio finale -  il nostro sostegno a tutti i pilastri dell'Acceleratore degli strumenti COVID-19 (ACT-A), alla sua struttura COVAX e all'accesso equo ed economico a vaccini, terapie e diagnostica, riflettendo il ruolo dell'immunizzazione estesa come bene pubblico globale”
 
Ma dal G7 arriva poi l’intenzione di “collaborare con l'industria per aumentare la capacità di produzione, anche attraverso licenze volontarie”. E ancora “migliorare la condivisione delle informazioni, come il sequenziamento di nuove varianti; e promuovere pratiche trasparenti e responsabili e fiducia nei vaccini”. 
 
“Il COVID-19 – scrivono i membri - mostra che il mondo ha bisogno di difese più forti contro i rischi futuri per la sicurezza sanitaria globale. Lavoreremo con l'OMS, il G20 e altri, in particolare attraverso il Vertice sulla salute globale a Roma, per rafforzare l'architettura globale della salute e della sicurezza sanitaria per la preparazione alla pandemia, anche attraverso il finanziamento della salute e meccanismi di risposta rapida, rafforzando l'approccio "One Health" e Copertura sanitaria universale ed esplorazione del valore potenziale di un trattato sulla salute globale”.

19 febbraio 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy