Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 24 GIUGNO 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Oms lancia piano di contrasto dell’epidemia. Ma per attuarlo “servono 675 milioni di dollari per i prossimi 3 mesi”


In una conferenza stampa il Dg dell’Organizzazione mondiale per la sanità annuncia un piano per rispondere all’epidemia: “È necessario un supporto urgente per rafforzare i sistemi sanitari deboli al fine di rilevare, diagnosticare e curare le persone con il virus, per prevenire un'ulteriore trasmissione da uomo a uomo e proteggere gli operatori sanitari”. Ad oggi oltre 24.500 casi e 490 decessi. IL PIANO ANTI CORONAVIRUS

05 FEB - Per combattere l'ulteriore diffusione del nuovo focolaio di coronavirus (2019-nCoV) in Cina e nel mondo e proteggere gli stati con sistemi sanitari più deboli, l’Oms ha lanciato un piano di preparazione e risposta dal valore di 675 milioni di dollari fino ad aprile 2020. Di questi, 60 milioni di dollari servono a finanziare le operazioni dell’Oms, il resto è per i paesi particolarmente a rischio.
 
"La mia più grande preoccupazione è che oggi ci sono paesi che non dispongono dei sistemi per rilevare le persone che hanno contratto il virus, anche se dovesse emergere", ha affermato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms in una conferenza stampa. 
 
"È necessario – ha precisato - un supporto urgente per rafforzare i sistemi sanitari deboli al fine di rilevare, diagnosticare e curare le persone con il virus, per prevenire un'ulteriore trasmissione da uomo a uomo e proteggere gli operatori sanitari."
 
“675 milioni – ha detto Tedros - sono un sacco di soldi, ma sono molto meno del conto che dovremo affrontare se non investiamo ora. Ancora una volta, non possiamo sconfiggere questo focolaio senza solidarietà: solidarietà politica, solidarietà tecnica e solidarietà finanziaria”.

 
Il numero uno dell’Oms ha anche evidenziato che ad oggi l’Organizzazione ha inviato mezzo milione di maschere; 350.000 paia di guanti; 40.000 respiratori; e quasi 18.000 tute d’isolamento in 24 paesi”.
 
Il piano strategico di preparazione e risposta (SPRP) per il nuovo coronavirus stabilisce le attività e le risorse necessarie alle organizzazioni sanitarie internazionali di tutto il mondo, incluso l'OMS, per attuare misure prioritarie di sanità pubblica a sostegno dei paesi per prepararsi a rispondere al nCoV-2019 per un periodo di tre mesi (fino ad Aprile ndr). Gli obiettivi del piano sono limitare la trasmissione del virus da uomo a uomo, in particolare nei paesi più vulnerabili se dovessero affrontare un focolaio; identificare, isolare e prendersi cura tempestivamente dei pazienti; comunicare il rischio critico e le informazioni sull'evento; minimizzare l'impatto sociale ed economico; ridurre la diffusione del virus da fonti animali; e affrontare incognite cruciali.
 
Il piano si concentra su tre direttrici:
- Stabilire rapidamente un coordinamento internazionale e supporto operativo;
- Accrescere le operazioni di prontezza e risposta per paese;
- Accelerare la ricerca e l'innovazione.
 
"L'efficacia della risposta alle epidemie dipende dalle misure di preparazione messe in atto prima dello sciopero delle epidemie", ha dichiarato il dott. Mike Ryan, capo del Programma di emergenza sanitaria dell'OMS. "Questo è il motivo per cui stiamo cercando risorse per salvaguardare i paesi più vulnerabili per proteggere le persone dal nuovo coronavirus prima che arrivi sulla soglia."
 
L’OMS valuta che l'epidemia presenta un rischio molto elevato in Cina e un rischio elevato a livello regionale e globale. La valutazione del rischio si basa su fattori tra cui la probabilità di un'ulteriore diffusione, il potenziale impatto sulla salute umana e i vari livelli di efficacia nelle misure nazionali di preparazione e risposta. 
 
Infine l’Organizzazione ha anche aggiornato i numeri dell’epidemia che vede oltre 24.500 casi in 25 paesi (il 99% in Cina) e 490 decessi. Ma l'Oms ha segnalato anche che "nelle ultime 24 ore abbiamo avuto il numero più alto di casi in un solo giorno dall'inizio dell'epidemia".

 

05 febbraio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy