Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 14 LUGLIO 2020
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Nel 2017 i Paesi Ue hanno speso 301 miliardi in favore delle famiglie: il 2,3% del Pil europeo. In Italia spesa sotto la media


La quota di spesa per prestazioni in favore delle famiglie più alta la troviamo in Lussemburgo (15,3%) e Polonia (13,4%), mentre la più bassa nei Paesi Bassi (4,2%) e in Portogallo (4,9%). L'Italia si ferma al 6,3%, un dato ben inferiore rispetto alla media europa dell'8,6%. Analizzando il dato per numero di abitanti troviamo in Lussemburgo il dato più elevato (€ 3.100 per abitante) ed in Romania quello più basso (€ 100). L'Italia segna una spesa di € 508, anche in questo caso inferiore rispetto alla media europea di € 675.

03 GIU - I 27 Stati membri dell'Ue hanno speso complessivamente 301 miliardi di euro in prestazioni in favore delle famiglie nel 2017. Questa spesa rappresenta il 2,3% del Pil europeo, e l'8,6% del totale speso per prestazioni di protezione sociale. È quanto emergen da un rapporto Eurostat.
 

Quota di spesa per le prestazioni in favore delle famiglie più alta in Lussemburgo, più bassa nei Paesi Bassi
La quota di spesa di protezione sociale per prestazioni in favore delle famiglie varia in modo significativo tra gli Stati membri dell'Ue. Questa ha rappresentato oltre il 15% delle prestazioni sociali totali in Lussemburgo (15,3%). A seguire troviamo la Polonia (13,4%) e l'Estonia (13,1%). Le quote più basse si sono invece registrate nei Paesi Bassi (4,2%) e in Portogallo (4,9%). L'Italia si ferma al 6,3%, un dato ben inferiore rispetto alla media europa dell'8,6%.
 

 
Anche prendendo in esame il dato riguardante la spesa annuale in favore delle famiglie per numero di abitanti, troviamo in Lussemburgo il dato più alto (€ 3.100 per abitante). A seguire da Danimarca (€ 1.700), la Svezia (€ 1.400), la Germania (€ 1.300) e la Finlandia (€ 1.200). Da notare che il valore è sopravvalutato per il Lussemburgo rispetto ad altri paesi, in quanto una percentuale significativa delle prestazioni viene erogata a persone che vivono al di fuori del paese. Nel 2017, i tre paesi che avevano la spesa per prestazioni in favore delle famiglie più bassa, a € 200 per abitante, erano: Romania (€ 100), Bulgaria (€ 130) e Lituania (€ 180). L'Italia segnava una spesa di € 508, anche in questo caso inferiore rispetto alla media europea di  € 675.
 


03 giugno 2020
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Foto 1
spacer Foto 2

Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy