Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 28 MAGGIO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Il Collegio Ipasvi Milano-Lodi-Monza e Brianza rappresentante Rnao in Italia per la diffusione di linee guida


Il Collegio è stato riconosciuto Best Practice Spotlight Organization-Host Italia per conto della Registered Nurses’ Association of Ontario. Muttillo: “Una cooperazione internazionale con la più grande e credibile voce infermieristica canadese che consentirà di implementare nel nostro Paese le linee guida basate sulle migliori prove di efficacia”.

26 SET - Il Collegio degli infermieri Ipasvi di Milano-Lodi-Monza e Brianza è stato riconosciuto Best Practice Spotlight Organization (BPSO) Host Italia per conto di RNAO (Registered Nurses’ Association of Ontario), divenendo rappresentante ufficiale in Italia nella diffusione di linee guida basate sulle migliori prove di efficacia. Ad annunciarlo una nota del Collegio.
 
“Da tempo stavamo cercando di identificare una modalità per rendere l’assistenza infermieristica sempre più incentrata sulle prove di efficacia e la buona pratica – commenta il presidente del Collegio Giovanni Muttillo –. Si tratta di un approccio in grado di garantire una migliore assistenza, meno complicanze, meno sprechi, una significativa riduzione dei costi e sicuramente migliori outcome per i pazienti. I vantaggi dell’impiego dell’evidence based practice come metodo di lavoro sono inequivocabili; tuttavia, questa modalità spesso viene disattesa nella quotidianità”. Ed è per questo che, in occasione di una serie di eventi EXPO sulla malnutrizione in partnership con CNAI e la dottoressa Tiziana Rivera, il Collegio degli infermieri ha attivato la collaborazione con RNAO, “un punto di riferimento internazionale di primissimo livello per la produzione e validazione di linee guida basate sulle prove di efficacia”.


“Sono 90 i BPSO Direct e 4 gli Host – spiega Irmajean Bajnok, Direttore RNAO del Centro affari internazionali e Best Practice Guidelines – rappresentati in oltre 500 facoltà universitarie e strutture sanitarie nel mondo, con una rete che ricomprende, fra gli altri, Spagna, Belgio, Canada, Australia e Sudafrica. Una rete di professionisti che fondano sul confronto e sulle migliori evidenze il proprio operato quotidiano”.

Oltre a svolgere funzioni di rappresentanza, il Collegio oggi BPSO Host coordinerà le strutture accademiche e ospedaliere italiane che intenderanno implementare le linee guida nella propria realtà, fra cui i primi ad aderire al progetto: l’Ospedale e l’Università Vita e Salute San Raffaele.

“Siamo soddisfatti – commenta in proposito Loris Bonetti, Nurse leader di RNAO per il Collegio Ipasvi Mi-Lo-MB – del fatto che il San Raffaele abbia voluto aderire immediatamente al progetto. Ma il lavoro è solo all’inizio: abbiamo in lista d’ attesa una serie di altre strutture, che parteciperanno al primo evento in collaborazione con RNAO, al termine del quale potranno sottoporre le proprie candidature”.
 
Ed è proprio con il primo evento, ossia l’“Orientamento per le Best Practice Spotlight Organizations” previsto dal 26 al 30 settembre che si tratteranno la diffusione e soprattutto implementazione in università e nella pratica clinica di alcune fra le migliori linee guida oggi disponibili. Settanta i partecipanti provenienti da tutta Italia che – guidati dalla canadese Irmajean Bojnok e dall’italo-canadeseTiziana Rivera, Executive Nurse Leader ed esperta di implementazione di linee guida basate sulle evidenze – potranno far aderire le proprie strutture al progetto.
 
“Questo è solo l’inizio – conclude Muttillo – di un modo moderno di fare nursing e di una nuova visione dell’infermiere, professionista a tutto tondo, in dialogo costante con la comunità scientifica e orientato agli outcome. L’essere riconosciuti BPSO Host in Italia non è solo un successo per il Collegio, ma è una vera e propria conquista per la professione, segno di una nuova responsabilità, una presa in carico globale del paziente e uno ruolo finalmente prioritario a livello organizzativo e accademico. Non solo: sarà possibile promuovere e influenzare la politica sanitaria pubblica, la leadership infermieristica strategica, la conoscenza evidence-based, la cultura della qualità di un ambiente e di un clima lavorativo sano e sicuro, e l’eccellenza professionale nei servizi”.

Saranno presenti alla cerimonia di apertura prevista per le ore 9.00 del 26 settembre all’Ambrosianeum (via delle Ore, 3 – Milano), Carmela Rozza, assessore alla sicurezza, Comune di Milano; Alberto Scanni, Consigliere Ordine dei Medici di Milano (referente alla formazione); Patrizia Tomasin, vicepresidente Comitato Infermieri Dirigenti; Carlo Alberto Rossi, Presidente Ordine dei Medici di Milano; Annamaria Rossetti, Dirigente Infermieristica IRCCS San Raffaele; Barbara Mangiacavalli, Presidente Federazione Nazionale Collegi Ipasvi; Emilia De Biasi, Senatrice, Presidente Commissione Igiene Sanità del Senato.

26 settembre 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy