Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2024
Cronache
segui quotidianosanita.it

“Servono 1,5 miliardi di dollari per far fronte alle emergenze chiave nel 2024”. L’appello dell’Oms


Il sostegno nel 2024 consentirà l’assistenza sanitaria salvavita, la distribuzione di forniture e attrezzature sanitarie critiche, insieme al mantenimento dei servizi sanitari essenziali per garantire un’assistenza continua. L’obiettivo è raggiungere oltre 87 milioni di persone

15 GEN -

“Servono 1,5 miliardi di dollari per proteggere nel 2024 la salute delle popolazioni più vulnerabili in 41 emergenze in corso in tutto il mondo”.

Questo l’appello, lanciato oggi a Ginevra dall’Oms, per far fronte alle emergenze che richiedono il massimo livello di risposta da parte dell’Organizzazione, con l’obiettivo di raggiungere oltre 87 milioni di persone. Emergenze complesse che attraversano le crisi di conflitto, cambiamento climatico e instabilità economica, che continuano ad alimentare sfollamenti, fame e disuguaglianze.

“Per coloro che affrontano emergenze, le interruzioni dei servizi sanitari essenziali spesso fanno la differenza tra la vita e la morte. Dalle madri che partoriscono durante i conflitti, agli aiuti ai bambini piccoli nelle regioni colpite dalla siccità, a coloro che ricevono cure oncologiche o dialisi, l’assistenza sanitaria salva vite umane. I servizi sanitari sono fondamentali anche per spezzare il circolo vizioso che troppo spesso lascia le comunità in uno stato pericoloso e dipendono da un’assistenza di emergenza ancora maggiore”, ha dichiarato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Il sostegno nel 2024, spiega una nota dell’Oms, consentirà l’assistenza sanitaria salvavita, la distribuzione di forniture e attrezzature sanitarie critiche, insieme al mantenimento dei servizi sanitari essenziali per garantire un’assistenza continua. Il finanziamento supporta l’accesso diretto all’assistenza sanitaria per le comunità in aree difficili da raggiungere, in partnership con le organizzazioni locali e una risposta efficace per monitorare, condividere informazioni e documentare focolai e attacchi agli operatori sanitari. Altre azioni importanti sono il mantenimento dei sistemi sanitari esistenti e la costruzione della resilienza contro le minacce future.

L’appello sottolinea il valore positivo dei finanziamenti per sostenere le persone con bisogni umanitari. Ogni dollaro investito nell’Oms, si sottolinea, offre un ritorno sull’investimento di almeno 35 Usd. Il finanziamento andrebbe alla Regione Africana, con 334 milioni di dollari; la regione del Mediterraneo orientale, con 705 milioni di dollari; la regione europea, con 183 milioni di dollari; la regione del Pacifico occidentale, con 15,2 milioni di dollari; la regione del Sud-Est asiatico, con 49 milioni di dollari; e la regione delle Americhe, con 131 milioni di dollari.

“Con il sostegno dei donatori, salveremo vite umane, soddisferemo le esigenze sanitarie critiche per i più vulnerabili e aiuteremo le comunità a emergere dalle crisi con una maggiore capacità di affrontare le future minacce sanitarie. L’Oms apprezza tutto il sostegno ricevuto nel 2023, che ci ha permesso di assistere milioni di persone. Mentre entriamo nel 2024, la solidarietà e il sostegno della comunità internazionale sono più necessari che mai”, ha affermato il dottor Tedros.



15 gennaio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy