Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 AGOSTO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Covid. Francia, Germania, Italia e Paesi Bassi si alleano per il vaccino e scrivono a Commissione europea: “Tutta la Ue faccia fronte comune”


I Ministri della Salute dei 4 Stati scrivono alla presidente von der Leyen. “Tutti i membri dell’Unione condividano il rischio” rispetto agli ingenti finanziamenti sostenuti dall'industria per le sperimentazioni. Tutto ciò in cambio della garanzia anticipata sull'approvvigionamento dei vaccini. “La nostra iniziativa – scrivono i 4 Paesi - intende essere guidata dai seguenti principi: un approccio scientifico per la selezione dei vaccini nonché collaborazione e trasparenza tra Stati membri e terzi industriali”.

05 GIU - Francia, Germania, Italia e Paesi Bassi uniscono le forze nei negoziati con potenziali sviluppatori e produttori di un vaccino contro il coronavirus. E per questo motivo i 4 Stati lanciano la Inclusive Vaccine Alliance e i 4 Ministri della Salute (Jens Spahn-Germania, Roberto Speranza-Italia, Olivier Veran-Francia, Hugo De Jonge-Olanda) hanno scritto alla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen affinché tutta l’Unione unisca le forze.
 
“Accelerare e garantire l'accesso ai vaccini contro il coronavirus SARS-CoV-2 - si legge nella missiva - è una delle questioni più urgenti che l'Unione europea deve attualmente affrontare”.
 
I 4 Paesi dell’Alleanza informano di aver “già avviato discussioni con diverse società farmaceutiche che stanno attualmente sviluppando vaccini, con l'obiettivo di garantire un approvvigionamento sufficiente per l’Ue”.
 
L'Inclusive Vaccine Alliance “terrà anche conto della possibilità di produrre tali vaccini sul suolo europeo e garantirà in un processo equo e trasparente in modo che ogni Stato membro dell'UE possa ricevere, in base al rispettivo contratto, una quota uguale del vaccino disponibile in base alla rispettiva dimensione della popolazione”.
 
“La nostra iniziativa – scrivono i 4 Paesi - intende essere guidata dai seguenti principi: un approccio scientifico per la selezione dei vaccini nonché collaborazione e trasparenza tra Stati membri e terzi industriali”.
 
In questo senso i 4 chiedono “a tutti gli Stati membri di condividere il rischio” rispetto agli ingenti finanziamenti sostenuti dall'industria per le sperimentazioni. Tutto ciò in cambio della garanzia anticipata sull'approvvigionamento dei vaccini.
 


05 giugno 2020
© Riproduzione riservata
Allegati:

spacer La lettera

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy