Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 18 GENNAIO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Fimmg, Fimp e Sumai sempre ai vertici per medici di famiglia, pediatri e specialisti ambulatoriali. Ma è emorragia iscritti: in 7 anni sono 8mila in meno


Pubblicate dalla Sisac le ultime rilevazioni delle deleghe sindacali (al 1° gennaio 2021). Il comparto ha perso nell’ultimo anno in totale 1.780 iscritti. Rispetto al 2014 sono oltre 8 mila in meno. Un calo che vede colpiti praticamente tutti i sindacati. I DATI SISAC

11 GEN - Pubblicate dalla Sisac le ultime rilevazioni (al 1° gennaio 2021) sulle deleghe sindacali per il comparto della medicina convenzionata che comprende: medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e specialisti ambulatoriali interni. In totale il comparto conta nel 2021 un totale di 52.381 deleghe. Un numero in calo di 1780 unità (-3,2%) rispetto alle deleghe del 2020. Se si prende il dato del 2014 il calo è ancora più evidente: 7 anni fa il numero era 60.485, ben 8.104 in più (-13,4%)
 
Ma vediamo i numeri per singolo comparto.
 
Medicina generale. Nel 2021 il comparto conta su 34.727 deleghe. Ovvero -1.535 rispetto alle 36.262 del 2020, confermando il trend in discesa degli ultimi anni. Fimmg si conferma comunque il primo sindacato con il 63,26% (in calo rispetto al 63,81% dell’anno precedente) di rappresentatività e un totale di 21.967 deleghe, con un calo di 1.170 deleghe rispetto alle 23.137 del 2019.
 
In seconda posizione si conferma lo Snami con 6.688 deleghe (-209 rispetto al 2020) e il 19,26% di rappresentatività. Sul terzo gradino del podio si attesta lo Smi con 3.428 deleghe (in crescita rispetto alle 2.601 del 2020) e il 9,87% di rappresentatività. Al 4° posto troviamo la Cisl Medici con 2.083 deleghe e il 6% di rappresentatività. Da notare come il dato evidenzi lo scioglimento di Intesa sindacale compagine che era composta proprio da Cisl Medici, Cgil Medici, Simet e Sumai con Cgil e Simet che hanno stretto un’alleanza con lo Smi.

 
Specialistica ambulatoriale. Nel 2021 il comparto ha fatto segnare numero di deleghe pari a 11.023, in calo di 325 unità rispetto alle 11.348 del 2020. Il primo sindacato dell’Area si conferma il Sumai-Assoprof con 8.605 unità ed il 77,36% di rappresentatività, numeri in calo di 78 unità rispetto alle 8.605 deleghe del 2020. 
In seconda posizione c’è la Federazione Cisl medici con 1.004 deleghe, in discesa rispetto alle 1.031 del 2020, e con una rappresentatività pari al 9,11%. In terza posizione troviamo poi Fespa con 688 deleghe (-998 rispetto al 2020) e il 6,24% della rappresentatività. Sale sopra la soglia del 5% la Uil Fpl con 617 deleghe e il 5,6% di rappresentatività.
 
Pediatria di libera scelta. Le deleghe qui sono state in totale 6.631 (80 in più rispetto al 2020). Il primo sindacato si conferma la Fimp con 4.915 deleghe (-117 rispetto al 2020) e il 74,12% di rappresentatività. Al secondo posto c’è la Simpef con 849 deleghe (12,8%), numeri in calo rispetto alle 937 deleghe del 2020. Sul terzo gradino del podio c’è la Federazione Cipe-Sispe-Sinspe con 752 deleghe (+206 rispetto al 2019) deleghe pari all’11,34%.

11 gennaio 2022
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer I dati Sisac

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy