Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 15 AGOSTO 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaci. Distributori al Governo: “Costi alle stelle e remunerazione al palo, servono misure urgenti”


Il presidente di ADF, Walter Farris, esprime le “forti preoccupazioni” dei distributori per “l’aggravarsi dello scenario in cui operiamo” e il timore che “l’escalation dei costi per l’energia, il rincaro dei carburanti e le proteste degli autotrasportatori mettano a rischio la puntuale tempistica delle consegne alle farmacie”. Al Governo la richiesta di “urgenti e improrogabili misure per salvaguardare la categoria e la filiera del farmaco”.

28 FEB - “Non bastava la pandemia a rendere più complicato mantenere il servizio pubblico essenziale che le Aziende distributrici del farmaco assicurano alle farmacie ed ai cittadini, nonostante la sotto-remunerazione che ci viene imposta dalla normativa”. Per Walter Farris, presidente ADF (Associazione distributori farmaceutici) “l’incremento dei costi energetici e dei carburanti, i blocchi di approvvigionamento e circolazione delle merci e le agitazioni degli autotrasportatori mettono a rischio la regolare fornitura delle merci ai nostri operatori” con possibili e “importanti ripercussioni sulle consegne alle farmacie”.

ADF fa sapere che già in alcune Regioni vengono segnalati ritardi importanti nella consegna delle merci ai Distributori e, per conseguenza, le farmacie potrebbero restare con qualche scaffale vuoto. “ADF è attiva per monitorare la situazione e segnalare le situazioni più critiche affinché possano disporsi tempestivamente i correttivi opportuni” dichiara ancora il Presidente, secondo il quale serve, però, l’intervengo del Governo.

“Le nostre aziende - spiega Farris - assicurano la gestione dei prodotti in locali climatizzati ed a temperature controllate. L’impennata delle bollette di luce e gas, insieme ai maggiori costi degli imballaggi speciali per la catena del freddo, il costo dei carburanti per il trasporto capillare e tempestivo alle farmacie e parafarmacie dislocate sul territorio, anche nelle aree più disagiate da raggiungere, stanno avendo impatti drammatici sulla sostenibilità economica dei nostri servizi”.

“Per le nostre Aziende si fa sempre più concreto il rischio di non essere più in grado di svolgere in modo ottimale il proprio lavoro. Chiediamo quindi al Governo, e in particolare ai Ministri della Salute e dell’Economia, di attivare urgenti e improrogabili misure di natura congiunturale e strutturale con interventi per salvaguardare la nostra categoria e tutta la filiera del farmaco – conclude il Presidente ADF – e siamo fin da subito pronti al confronto e alla collaborazione, certi che il nostro appello non cada nel vuoto nell’interesse comune del Paese e del nostro sistema sanitario”.

28 febbraio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy