Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 08 FEBBRAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Legge 40. Martedì nuova sentenza della Corte. E potrebbero cadere gli ultimi “divieti”. Intanto sono pronte le nuove linee guida


Il 14 aprile è attesa la sentenza sulla norma della legge che preclude l’accesso alla PMA alle coppie portatrici di patologie genetiche. E sempre la Corte tornerà successivamente a pronunciarsi su un altro divieto della legge, quello che riguarda la ricerca sulle cellule staminali embrionali. E intanto Lorenzin si appresta a presentare le nuove linee guida

12 APR - Il prossimo 14 aprile la Corte Costituzionale deciderà sulla norma della legge 40 del 2004 sulla Procreazione Medicalmente Assistita che vieta l’accesso alle tecniche a coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche. Successivamente si pronuncerà sul divieto di ricerca sulle cellule staminali embrionali.
 
Per Filomena Gallo, Segretario dell’Associazione Luca Coscioni: “La Corte costituzionale si appresta a decidere su temi fondamentali come la ricerca sugli embrioni e l'accesso alla fecondazione assistita di pazienti non sterili. Qualunque sia la decisione della Corte, il Parlamento italiano potrebbe in ogni caso intervenire per rimuovere divieti che danneggiano la ricerca e la salute. Il ruolo della Corte Costituzionale e dei tribunali è stato fino ad ora determinante ma ora tocca la legislatore riformare la legge e dare vita ad una normativa più laica e liberale”.
 
Da qui le due mozioni che l’Associazioneha lanciato in un convegno svoltosi nei giorni scorsi al Senato. “La prima, a mia prima firma – spiega sempre l’avvocato Gallo -  chiede al Parlamento italiano ed al Governo di presentare ed approvare le necessarie proposte legislative e regolamentari al fine di garantire l'accesso alla fecondazione assistita per le coppie non sterili affette da patologie genetiche e cromosomiche”. La seconda punta invece alla libertà di ricerca sugli embrioni umani.
 
Le nuove linee guida di Lorenzin. Secondo l’Ansa, poi, sarebbero ormai pronte le attese nuove linee guida del ministero della Salute che dovrebbero prevedere la totale gratuità per la donazione dei gameti e possibilità di effettuare 'l'egg sharing', ovvero la donazione da parte della donna che si sottopone a fecondazione assistita omologa di parte degli ovociti non utilizzati. Il provvedimento – informa sempre l’Ansa - dovrebbe approdare presto al Consiglio superiore di sanità per il previsto parere.
 
Cosa resta della legge 40 dopo anni di sentenze della magistratura e della Corte (Fonte Ass. Luca Coscioni)
 
Divieto di produzioni di più di tre embrioni - Rimosso con sentenza della Corte Costituzionale 151/2009
 
Obbligo di contemporaneo impianto di tutti gli embrioni prodotti - Rimosso con sentenza della Corte Costituzionale 151/2009
 
Divieto di diagnosi pre-impianto per le sole coppie infertili - Rimosso con sentenza del Tar Lazio 2008
(Linee Guida)
 
Divieto di eterologa – Cancellato con sentenza della Corte Costituzionale il 9 aprile 2014
 
Divieto di accesso alle coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche - Sentenza di condanna della Corte EDU 29 agosto 2012 nei confronti d’Italia. Decisione eseguita nell’anno 2013. Divieto in attesa di udienza in Corte Costituzionale con ordinanze del Tribunale di Roma gennaio e febbraio 2014
 
Divieto di utilizzo degli embrioni per la ricerca scientifica e revoca del consenso - In attesa di udienza in Corte Costituzionale - Udienza Grande Camera Corte Edu 18 giugno 2014
 
Divieto di accesso alla fecondazione assistita per single e coppie dello stesso sesso - In vigore

12 aprile 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy