Quotidiano on line
di informazione sanitaria
16 GIUGNO 2024
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Contratto dirigenza. Le cose da fare per le professioni sanitarie

di Marcello Bozzi

20 DIC - Gentile Direttore,
con riferimento alla firma del contrattp della Dirigenza Sanitaria del 19 dicembre 2019, l'Associazione Nazionale Dirigenti Professioni Sanitarie (Associazione sindacale affiliata COSMED) esprime la propria soddisfazione per gli importanti risultati raggiunti, in particolare l’unificazione dei fondi, l’aumento economico, la progressione economica alle scadenze 5-15-20 anni, maggiori voci stipendiali su pensione e liquidazione, il superamento delle “perimetrazioni” dei precedenti CCNL 2004 e 2008, etc.).
 
Parallelamente vengono evidenziate alcune criticità riguardanti la Dirigenza delle Professioni Sanitarie, in particolare:
- l’assenza di specifici indirizzi per l’affidamento e la revoca degli incarichi di direzione di struttura complessa;
- il mancato riconoscimento di specifiche indennità che, di contro, caratterizzano le altre professioni sanitarie (esclusività e specificità medica per medici e veterinari, esclusività per le altre professioni sanitarie, nulla per la dirigenza delle professioni sanitarie).
 
L’auspicio è quello di un rapido inizio della contrattazione del Ccnl 2019 - 2021, con una risposta favorevole alle istanze rimaste “in sospeso”, già segnalate da Androposan ben segnalate nelle dichiarazioni congiunte riportate in calce al contratto firmato:
1. la Dichiarazione congiunta n. 6 – Con riferimento all’art. 20, comma 1, (Affidamento e revoca degli incarichi di direzione di struttura complessa - Criteri e procedure), le parti auspicano che ci sia un intervento legislativo di definizione delle procedure e dei requisiti di conferimento degli incarichi di direzione di struttura complessa ai dirigenti delle professioni sanitarie di cui all’art. 6 della legge 251 del 10/8/2000.    
Si ricorda l’Atto di indirizzo all’Aran del 26 ottobre 2017 che, relativamente al rinnovo del Ccnl, oltre a precisi riferimenti al contesto generale e alle due linee prioritarie di intervento, pesantemente coinvolgenti e riguardanti la Dirigenza delle Professioni Sanitarie, dava proprio questo incarico alle parti negoziali, in particolare “… omissis … Il CCNL dovrà, altresì, definire l’opportuna collocazione del personale con qualifica dirigenziale delle professioni sanitarie, ai sensi della Legge n. 251/2000 nei limiti di cui all’art. 40 comma 1 del D.lgs n.165/2001” (probabilmente è “sfuggito!”).
 
2. la Dichiarazione congiunta n. 7 -  Con riferimento all’art. 89 (Indennità di esclusività), le parti auspicano che si concluda il percorso normativo atto a garantire la possibilità di opzione tra rapporto esclusivo o non esclusivo per la dirigenza delle professioni sanitarie di cui all’art.6 della Legge 251
 
Dott. Marcello Bozzi
Segretario Androposan

20 dicembre 2019
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy