Quotidiano on line
di informazione sanitaria
04 GIUGNO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Pa. Cosmed a Zangrillo: “Per risollevare Ssn restituire centralità e dignità al lavoro pubblico”


Incontro oggi tra la Confederazione e il Ministro della Pa. Consegnato un documento con tutte le priorità per contrastare il declino del lavoro pubblico in sanità: “Serve una politica di investimenti con particolare riguardo alla valorizzazione professionale ed economica dei dipendenti e della dirigenza pubblica. È una strada obbligata per la difesa dei servizi e dei diritti fondamentali dei cittadini”. IL DOCUMENTO

03 MAR -

Restituire centralità e dignità al lavoro pubblico, costruire una riforma della P.A. che valorizzi le diverse e specifiche funzioni e superare l'amministrazione difensiva. Ma non solo: recuperare una carriera dirigenziale in condizioni di indipendenza e autonomia rispetto ai vertici politici delle Amministrazioni. E poi finanziare e negoziare i contratti senza ritardi, definire una contrattazione decentrata con tempi certi e aumentare i salari per rilanciare la produttività oltre che detassare gli aumenti contrattuali e i salari legati alla produttività. Sono questi i capisaldi della Cosmed messi nero su bianco in un documento consegnato al Ministro della Pa, Paolo Zangrillo in un incontro tenutosi oggi.

“È ormai a tutti evidente la difficoltà per il SSN e per le Istituzioni pubbliche di reperire professionalità e competenze qualificate – si legge nel documento - . I giovani, in particolare, vedono con favore il settore privato e le attività libero professionali. La difficoltà di reperire figure specialistiche alimenta il ricorso ad un mercato di prestatori d’opera estranei al sistema che precarizzano l’organizzazione del lavoro. È noto che l’Italia è agli ultimi posti nell’unione europea per numero di dipendenti pubblici e per l’entità della loro remunerazione. Inoltre l’età media dei pubblici dipendenti è molto elevata e si prospetta una gravissima e imminente ulteriore carenza di personale”.

“La drammatica situazione del SSN – prosegue - ormai chiaramente inadempiente con liste d’attesa inaccettabili, le evidenti difficoltà nell’attuazione del PNRR, il ritardo nell’erogazione dei servizi pubblici richiedono una politica di investimenti con particolare riguardo alla valorizzazione professionale ed economica dei dipendenti e della dirigenza pubblica. È una strada obbligata per la difesa dei servizi e dei diritti fondamentali dei cittadini”.



03 marzo 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy