Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 15 OTTOBRE 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Influenza. Superato il picco: incidenza a 10 casi per 1.000 abitanti. Sette decessi dall’inizio della stagione

Coletto: “Il nostro sistema sanitario ha affrontato un vero e proprio stress test e lo ha superato. Nessuno è rimasto senza assistenza e cure a fronte di una delle stagioni influenzali più aggressive degli ultimi anni. I nostri sanitari hanno fatto, e stanno facendo, un lavoro egregio”.

09 FEB - Per la prima volta dall’inizio della stagione influenzale l’incidenza dell’influenza in Veneto è in calo. Nella settimana compresa tra il 29 gennaio e il 4 febbraio si è attestata a 10,81 casi ogni mille abitanti, contro il 12,36 per mille della settimana precedente.
Le persone finora colpite dal virus dall’inizio dell’attività di sorveglianza sono in totale 310.000.

Sono questi i dati contenuti nell’ultimo rapporto Rapporto Epidemiologico sull’Influenza elaborato dalla Direzione Prevenzione della Regione e diffuso oggi dall’Assessore alla Sanità.

“Secondo i nostri tecnici – fa notare l’assessore alla Sanità Luca Coletto – il tasso d’incidenza è ritornato nella zona d’intensità media, ed è quindi probabile che sia iniziata la fase discendente e che il picco sia stato raggiunto la scorsa settimana. Mi sento di dire che il nostro sistema sanitario ha affrontato un vero e proprio stress test e lo ha superato. Nessuno è rimasto senza assistenza e cure a fronte di una delle stagioni influenzali più aggressive degli ultimi anni, a cominciare dai Pronto Soccorso dove, non bisogna mai dimenticarlo, devono sempre e comunque avere la precedenza i casi gravi, a cominciare dai codici rossi. I nostri sanitari - ha concluso Coletto - hanno fatto, e stanno facendo, un lavoro egregio”.


Il rapporto diffuso oggi indica che i decessi correlabili all’influenza sono saliti a 7 (erano 4 la scorsa settimana): 2 segnalati dalla Ullss Euganea, 2 da quella Marca Trevigiana, 1 da quella Serenissima, 1 dalla Ulss Pedemontana e 1 dalla Ulss Berica.

Quarantadue sono state invece le forme gravi.

Per quel che concerne l’incidenza per fasce di età, il calo è generalizzato e non si rilevano  eccezioni. I bimbi da zero a 4 anni sono ancora i più colpiti, ma l’incidenza per loro è scesa a 35,22 per mille contro 40,46 della scorsa settimana; nella fascia pediatrica da 5 a 14 anni si è sceso a 19,57 casi per mille; da 15 a 64 anni a 8,92 per mille mentre per gli anziani over 65 si è arrivati a 3,87 casi per mille.

09 febbraio 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy