Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 19 GIUGNO 2024
Toscana
segui quotidianosanita.it

Campi scuola per bambini diabetici. Dalla Regione 170 mila euro per sostenere progetti

Lo scopo è far acquisire ai giovani le competenze necessarie a gestire la patologia e i problemi derivanti. Per questo il team che accompagnerà questi bambini e ragazzi sarà multidiscikplinare e includerà medici, infermieri, pediatri, dietisti e anche psicologi. Bezzini: “Le esperienze degli anni passati ci hanno dimostrato l’efficacia e la valenza terapeutica di queste iniziative”.

13 APR - Imparare ad autogestire il diabete durante la crescita, anche per superare i problemi legati alla convivenza con una patologia cronica. È l’obiettivo dei cambi scuola per bambini e adolescenti con diabete che la Regione Toscana sostiene da oltre vent’anni. “È dall’anno 2000, per l’esattezza, che la Regione è impegnata in queste iniziative”, sottolinea una nota che annuncia come anche per il 2022 la Regione interverrà concretamente finanziando la realizzazione di una serie di eventi e puntando a coinvolgere il maggior numero possibile di giovani in età evolutiva rispetto a questi campi scuola, che negli anni, hanno dimostrato di essere occasioni preziose per chi vi partecipa.

Tre sono i progetti che la Regione, per una somma complessiva di 170 mila euro, sostiene quest’anno: uno coordinato dall’azienda ospedaliero-universitaria Meyer per l’area vasta Toscana Centro, gli altri due rispettivamente dalle aziende sanitarie territoriali Toscana Sudest e Toscana Nordovest.

I tre progetti sono tutti finalizzati all’educazione terapeutica di tipo residenziale, in ambienti extraospedalieri, differenziati per fasce di età. Lo svolgimento di campi scuola viene infatti considerata una delle modalità più importanti e proficue per raggiungere l’obiettivo di saper gestire in autonomia i controlli e le terapie necessarie.

“In continuità con gli anni precedenti, visti i risultati positivi ottenuti attraverso le precedenti esperienze e dato l’aumento dell’incidenza del diabete in età evolutiva, proponiamo anche quest’anno lo svolgimento di campi scuola per soggetti con diabete in età evolutiva”, afferma nella nota l’assessore regionale al Diritto alla salute, Simone Bezzini.

I campi scuola, come nel passato, saranno coordinati dal Centro regionale per il diabete dell’età evolutiva dell’azienda ospedaliero-universitaria Meyer e dalle aziende sanitarie Toscana Sudest e Toscana Nordovest. Lo scopo è far acquisire ai giovani partecipanti autonomia nel corso di un’esperienza in cui, assieme a coetanei, potranno stare all’aria aperta, a contatto con la natura, facendo sport, divertendosi. Il tutto con l’aiuto di medici, infermieri, pediatri, dietisti, psicologi e delle altre figure necessarie per accompagnare le ragazze ed i ragazzi in questo percorso.

“Per la Regione questi campi sono fondamentali e per questo ci teniamo a finanziare ogni anno i progetti”, precisa l’assessore Bezzini. “Il campo scuola è il primo passo per l’autonomia dalla famiglia. Le esperienze degli anni passati ci hanno dimostrato l’efficacia e la valenza terapeutica di queste iniziative e come Regione, in accordo con le associazioni coinvolte, confermiamo con convinzione l’impegno assicurando continuità a questi progetti”.

13 aprile 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Toscana

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy