Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 13 APRILE 2024
Veneto
segui quotidianosanita.it

Strutture per anziani, mancano 100 milioni. Volpe (Uripa): “Senza quei soldi gli aumenti delle rette saranno inevitabili” 

Le rette potrebbero salire da 90 a 150 euro mese. Lo ha spiegato recentemente il presidente di Uripa in V Commissione del Consiglio regionale, parlando dell’impatto dei maggiori costi energetici e degli adeguamenti stipendiali per i lavoratori. “Se l’orientamento politico della Regione sarà quello di non poter disporre di somme aggiuntive al fondo per la non autosufficienza è un dovere dirlo con chiarezza alle famiglie”.

di Endrius Salvalaggio 
20 NOV - C’è il rischio che le rette per gli ospiti nelle strutture per anziani aumentino. Nessuno lo auspica ad iniziare dal presidente Uripa, Roberto Volpe, che raccoglie in Veneto circa 350 strutture con 33.000 posti letto. Ma, se per il 2024 sarà confermato lo stesso stanziamento del fondo per la non autosufficienza del 2023, evitare un rialzo delle rette sarà difficile, a causa die maggiori costi energetici e degli adeguamenti stipendiali dei lavoratori, spiega Volpe.

“In una cornice che ha come una proiezione demografica di un Veneto che invecchia più che in Italia e dove, a fronte degli attuali 370.500 anziani ultra ottantenni di oggi – dichiara il presidente Uripa – se saranno confermati per i 2024 gli stessi 771.893,450 milioni di euro come l’anno in corso, l’aumento delle rette sarà da gennaio quasi certo”.

Una retta media giornaliera pagata per un ospite non autosufficiente – riporta Uripa nel suo rapporto - titolare di impegnativa di residenzialità costa oggi giorno dai 55 - ai 58 euro al giorno. Una retta media giornaliera pagata con un ospite non autosufficiente privo di impegnativa di residenzialità costa dai 70 ai 90 euro al giorno. “Se, non saranno aggiunti ulteriori 100milioni di euro per il 2024, cifra già richiesta alla Regione del Veneto, l’aumento che si prospetterà per il 2024 si aggirerà dai 3 ai 5-6 euro al giorno, con un costo mensile medio per ospite che si aggirerà dai 90 a 150 euro mese”.

Il presidente di Uripa, nel suo recente intervento in sede di consultazione con la V Commissione del Consiglio regionale, ha evidenziato tutte le perplessità del caso, precisando che “la richiesta, già fatta a settembre al presidente Luca Zaia, di 100 milioni di cui il 51 da destinare all’aumento di 2.700 nuove quote sanitarie e la differenza volta a ristorare il peso economico dei carichi di lavoro, considerata la gravità degli ospiti che oggi accogliamo e assistiamo, senza quei soldi, l’aumento delle rette sarà quasi sicuro.”

“Abbiamo semplicemente chiesto – conclude Volpe - che se l’orientamento politico della Regione sarà quello di non poter disporre di somme aggiuntive al fondo per la non autosufficienza è un dovere della politica dirlo con chiarezza alle famiglie. Sappiamo che per la politica dire no alle richieste o alle proposte non è mai facile, ma è altrettanto importante essere chiari. È un mio preciso dovere rappresentare le difficoltà di migliaia di famiglie e tutelare i consigli di amministrazione dagli enti che rappresento, dalle polemiche che puntualmente si consumano a gennaio di ogni anno in occasione dell’approvazione dei bilanci”.

Endrius Salvalaggio

20 novembre 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy