Quotidiano on line
di informazione sanitaria
20 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Gentiloni incontra Regioni. Rossi (Toscana): “Positivo il ripristino della spesa sociale”

Il presidente della Toscana, all'uscita da Palazzo Chigi al termine di una riunione che il premier Gentiloni ha avuto con i presidenti delle Regioni, ha sottolineato positivamente il ripristino della spesa sociale per quasi 300 milioni di euro dopo i tagli ipotizzati dall'intesa del 23 febbraio scorso. Il Governatore ha anche chiesto al Governo di accordarsi con l'Ue su un diverso approccio ai fondi europei. Chieste anche garanzie sul Fondo sanitario

27 MAR - "Giudico positivo il ripristino della spesa sociale per quasi 300 milioni di euro. Quello di oggi è un passo importante verso un accordo che vede impegnate Regioni e Governo. Si tratta di 211 milioni di euro destinati al sociale, 50 per la non autosufficienza e 37 per il trasporto delle persone con handicap". E' questo il primo commento del Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, all'uscita da Palazzo Chigi al termine della riunione che il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha avuto con i presidenti delle Regioni.
 
Ricordiamo che la decisione di tornare indietro rispetto a quanto stabilito dall'intesa Stato Regioni del 23 febbraio era già stata annunciata nei giorni scorsi dopo un incontro tra le Regioni e il ministro del Welfare Poletti.

"Un altro grande tema su cui oggi abbiamo registrato un'apertura - ha aggiunto Rossi - riguarda gli investimenti. Il presidente del Consiglio ha riconosciuto che facendo leva sui soli consumi il Paese non ce la fa e che occorre quindi rilanciare gli investimenti. Io aggiungo che questi negli ultimi anni sono addirittura diminuiti. Per il loro rilancio le Regioni ci sono e sono pronte a fare la loro parte. Chiedono al Governo prima di tutto il pieno utilizzo dei FSC, i Fondi di sviluppo e coesione, tenendoli fuori dal patto di stabilità".


Il Governatore ha chiesto poi che il Governo si accordi con l'Unione europea perché, come è già avvenuto nel 2015, la quota parte regionale per l'utilizzo dei fondi europei sia tolta dal patto di stabilità per poter essere investita direttamente dalle Regioni senza possibilità di usarla per finanziare la spesa corrente.

"Per la Toscana - ha precisato il Governatore - ciò significherebbe poter destinare circa 70 milioni di euro alla tutela del territorio, alla salvaguardia idrogeologica e per la viabilità".

Durante il suo intervento il presidente Rossi si è anche detto convinto che le Regioni possano fare la loro parte nella lotta all'evasione fiscale, soprattutto per ciò che riguarda il recupero dell'Iva non pagata e ha chiesto che una quota di questo recupero possa restare nei territori.
L'ultimo passaggio lo ha dedicato alla necessità di restituire alle Regioni una quota di autonomia fiscale ed impositiva attraverso la possibilità di introdurre tasse, purché finalizzate agli investimenti.
 
Le Regioni hanno anche chiesto al Governo garanzie sull'incremento previsto di un miliardo del Fondo sanitario nazionale subito, più un altro  miliardo nei prossimi due anni.

Lorenzo Proia

27 marzo 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy