Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 SETTEMBRE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Partorisce in casa, ma il neonato muore. La procura di Vercelli apre una inchiesta. La Asl: “Nessuno ci ha mai contattati”

I genitori, dopo il parto, avrebbero chiamato un’ostetrica e dopo il 118. Inutile la corsa in elisoccorso verso il Regina Margherita di Torino. La Asl di Vercelli in una nota: “La signora è stata seguita durante la gravidanza nell’ospedale di Borgosesia. L’aspettavamo per il parto, ma come ospedale non siamo stati contattati in alcun modo e la signora non si è mai presentata”.

09 AGO - E’ stato partorito in casa, ma è morto dopo poco e a nulla è valsa la corsa in elisoccorso verso il Regina Margherita di Torino. La procura di Vercelli ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo per capire la dinamica dei fatti ed eventuali responsabilità. Da quanto riferito su La Stampa, i giovani genitori del piccolo, allarmati per le condizioni del neonato subito dopo il parto tra le mura domestiche, hanno prima contattato un’ostetrica e poi chiamato il 118. Il piccolo però era già in condizioni disperate.

La Asl di Vercelli in una nota fa sapere che “la signora è stata seguita nel corso dei mesi di gravidanza presso il nostro ospedale di Borgosesia effettuando tutti gli esami previsti e realizzando anche 7 giorni fa il bilancio di salute: si tratta di una procedura che consente la preparazione di tutta la documentazione clinica in previsione del parto. Noi attendevamo la signora per il parto, ma come ospedale non siamo stati contattati in alcun modo e la signora non si è mai presentata”.

“Ribadiamo – conclude la Asl - l’impegno e lo sforzo organizzativo che l’Asl di Vercelli ha profuso in questi mesi per il mantenimento di un punto nascita che possa essere un riferimento sicuro per tutte le donne che devono partorire in valsesia”.

09 agosto 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy