Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 15 NOVEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Tumore del seno. Occhi puntati sulla proteina tirosin-chinasi 6

Nel tumore al seno triplo negativo, all’aumento dell’espressione di PTK6 nelle cellule ER positive corrisponde una maggiore crescita di cellule resistenti. Ma la downregulation di queste cellule le conduce all’apoptosi. È questa l’evidenza di una ricerca Usa, che ora passa alla fase clinica

27 NOV - (Reuters Health) – Sulla scorta della scoperta che l’inibizione della proteina tirosin-chinasi 6 (PTK6) determina la soppressione delle metastasi nel tumore del seno triplo negativo, un gruppo di ricercatori guidati da Hannah Irie, della Icahn School of Medicine al Mount Sinai, ha condotto uno studio che ha evidenziato come l’aumento dell’espressione di PTK6 nelle cellule ER positive aumenta la crescita di cellule resistenti, incluse quelle trattate con tamoxifene. I risultati della ricerca sono stati pubblicati da NPJ Breast Cancer.

Lo studio
I ricercatori hanno valutato le funzioni di PTK6 nelle cellule del carcinoma mammario ER positivo, comprese quelle resistenti alla terapia di deprivazione degli estrogeni o alle comuni terapie endocrine. Così, oltre a evidenziare l’effetto dell’aumento dell’espressione di PTK6, avrebbero anche evidenziato che la downregulation di questa proteina nelle cellule resistenti a terapie come tamoxifene, fulvestrant e deprivazione di estrogeni, indurrebbe l’apoptosi attraverso diversi meccanismi, come evidenziato da diversi esperimenti in vitro.


“Non abbiamo osservato una significativa tossicità con l’inibizione della proteina – ha aggiunto Irie – il che è incoraggiante. Ora passiamo al livello successivo di ricerca”. Secondo Nisha Unni, della UTSouthwestern di Dallas, “la maggior parte dei tumori del seno è positiva ai recettori ormonali. Ma anche se una percentuale significativa di donne con carcinoma mammario in fase precoce è curabile, il 10-15% in terapia endocrina andrà incontro a recidiva entro cinque anni”. E anche se lo studio presentato da Irie e colleghi è promettente, “si tratta di ricerche su linee cellulari e modelli animali che devono essere confermati sull’uomo”.

Fonte: NPJ Breast Cancer

Marilynn Larkin

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

27 novembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy