Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 NOVEMBRE 2020
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Radiografia al torace predice ricovero e intubazione

di Megan Brooks

Una radiografia al torace, effettuata durante la permanenza Pronto Soccorso, è in grado di predire se in paziente con Covid confermato necessita di ricovero o dovrà essere intubato. L’evidenza emerge da uno studio retrospettivo condotto da medici del Mount Sinai Hospital di New York. Il gruppo di ricercatori ha messo a punto un sistema di punteggio per misurare la gravità del caso, basato sulla presenza o assenza di opacità nei polmoni.

19 MAG - (Reuters Health) – Una radiografia al torace può essere predittiva di un ricovero in ospedale e dell’intubazione di persone giovani e di mezza età che si presentano al pronto soccorso con Covid-19. Alcuni medici di New York hanno infatti scoperto che i pazienti con opacità in almeno due zone polmonari hanno maggiori probabilità di ricovero in ospedale e quelli con opacità in almeno tre zone polmonari hanno maggiori probabilità di essere intubati.
 
“La radiografia del torace è una soluzione economica, facile ed è molto preziosa nella valutazione dei pazienti con Covid-19 – dice Danielle Toussie della Icahn School of Medicine e del Mount Sinai Hospital – Questo test di imaging semplice e ampiamente disponibile può effettivamente dire molto sullo stato clinico di un paziente e se quel paziente con Covid-19 richiederà il ricovero in ospedale per la ventilazione meccanica o l’intubazione in una terapia intensiva”.

Toussie e colleghi hanno condotto uno studio retrospettivo su 338 pazienti (62% uomini; età media 39 anni) che si sono presentati in pronto soccorso a New York con Covid-19 confermato. Hanno diviso la radiografia del torace di ciascun paziente in sei zone (tre per polmone) e hanno generato un punteggio di gravità basato sulla presenza o assenza di opacità in ciascuna zona (punteggio massimo sei, punteggio minimo zero).


Dopo l’aggiustamento per dati demografici e comorbidità, un punteggio di gravità della radiografia del torace di due o maggiore è stato considerato un predittore indipendente di ricovero ospedaliero (odds ratio, 6.2), mentre un punteggio di tre o maggiore un predittore indipendente di intubazione (OR, 4.7).

”La comparsa di opacità sulla radiografia del torace di questi pazienti può ora essere utilizzata nel triage dei pazienti in modo che questi ottengano la migliore assistenza di cui hanno bisogno”, aggiunge Toussie. Nel campus principale del Mount Sinai Hospital, che ha radiologi cardiotoracici, questo tipo di sistema di punteggio è già stato implementato.

Fonte: Radiology
 
Megan Brooks
 
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

19 maggio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy