Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 17 OTTOBRE 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Veneto. Azienda Zero. Intervista al nuovo Dg Patrizia Simionato: “Primo obiettivo, il personale”

Alla guida dell’Azienda Zero da poco più di un mese, Simionato parte con le idee chiare. Entro 2 anni si è posta l’obbiettivo di completare la dotazione di tutto il personale e di mettere a disposizione il portale "Sanità Km zero Fascicolo", che permetterà ai cittadini di avere un archivio permanente di tutti i propri documenti clinici. Già attiva è l'app "Sanità km zero Ricette" per richiedere al medico di famiglia il rinnovo di una prescrizione senza dover passare in ambulatorio,.

14 DIC - Patrizia Simionato, classe 1965, nata a Castelfranco Veneto (TV), laurea in Scienze Politiche con 97/110 e Master in Gestione delle Risorse Umane. Il mese scorso è stata designata dal Governatore Luca Zaia a ricoprire un nuovo incarico: da Direttore Generale dell’Istituto Oncologico Veneto - IOV, alla guida dell’Azienda Zero. Il neo Dg parte con le idee chiare. Entro 2 anni si è posta l’obbiettivo di completare la dotazione di tutto il personale e di mettere a disposizione il portale "Sanità Km zero Fascicolo", un servizio regionale, dove l'utente potrà trovare l'archivio permanente di tutti i propri documenti clinici.

Ci potrebbe presentare Azienda Zero e la sua mission?
Azienda Zero è stata istituita nell’ambito della riforma sanitaria del sistema veneto avvenuta nel 2016, che ha visto anche la ridefinizione territoriale delle Aziende sanitarie passate da 21 a 9. Ha il ruolo di “braccio operativo” della Regione in quanto è chiamata a garantire il supporto tecnico-amministrativo mediante attività di analisi e di monitoraggio continuo sulle attività, supporta quindi l’Area Sanità e Sociale nell’individuare gli obiettivi annuali, da assegnare alle singole aziende Sanitarie. Rispetto a questo, la Regione Veneto promuove degli incontri periodici per valutare il raggiungimento degli step prefissati e riorientare con indirizzi puntuali i Direttori per garantire il raggiungimento delle finalità della programmazione. Azienda Zero ha nel proprio organigramma Unità Operative Tecnico-Amministrative ed Unità Operative Sanitarie.


L’area tecnico amministrativa, diretta dal Direttore Amministrativo, oltre alle competenze proprie dell’analoga area delle singole Aziende Sanitarie, svolge funzioni di monitoraggio e di indirizzo nei confronti delle Aziende Sanitarie regionali in stretto collegamento con l’Area Sanità e Sociale. La Legge istitutiva di Azienda Zero inoltre delega alla stessa le funzioni della gestione sanitaria accentrata, oltre alla gestione di tutti i flussi finanziari verso le Aziende del Servizio Sanitario Regionale.

L’area sanitaria, diretta dal Direttore Sanitario, svolge un’importante attività di analisi dei dati epidemiologici, di monitoraggio e verifica degli esiti e degli standard di qualità oltre che una attività tesa ad orientare le scelte tecniche per garantire innovazione tecnologica e farmaceutica.

Quali sono i principali momenti di raccordo tra l’Area Sanità e Sociale, l’Azienda Zero e le Aziende Sanitarie?
Il Comitato dei Direttori Generali, presieduto dal Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale, garantisce un continuo raccordo – con incontri di norma bisettimanali – tra le Aziende Sanitarie, l’Area Sanità e Sociale ed Azienda Zero. In sede di Comitato vengono condivise progettualità e percorsi tesi a favorire sempre più lo sviluppo della riforma sanitaria, esaminati i risultati del tavolo adempimenti del Ministero, evidenziate aree di miglioramento del sistema ed il grado di raggiungimento degli obbiettivi.

Un importante momento di raccordo è inoltre garantito dalla Commissione Regionale Investimenti (CRITE) e dalla omonima Commissione che si occupa della valutazione del fabbisogno di personale, Commissioni multispecialistiche delle quali il Direttore Generale di Azienda Zero è componente di diritto. Esse valutano - assieme ai singoli Direttori Generali - le proposte di investimento in tecnologia in un’ottica finalizzata a contestualizzare le singole richieste al fine di garantire a tutte le realtà della Regione i massimi livelli tecnologici e di standard ponendo attenzione nell’orientare le scelte aziendali alle finalità ed obiettivi della programmazione regionale.

Entrambi le Commissioni stanno accompagnando e favorendo la riforma sanitaria che ha visto accorpare realtà diverse e che quindi richiede un notevole sforzo in termini di organizzazione del lavoro basata su criteri di omogeneità nella allocazione delle risorse, pur tenendo in considerazione le specificità territoriali”.

Quali sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nei prossimi due anni?
Mi sono posta come primo obiettivo quello di completare la dotazione di personale di Azienda Zero. Ho nominato con provvedimento dell’8 novembre, esattamente una settimana dopo la mia nomina, il Direttore Sanitario ed il Direttore Amministrativo. Nella settimana che va dal 10 al 16 novembre vengono espletare le procedure concorsuali per la nomina di tre apicalità sanitarie riferite alle seguenti Unità Operative: Governo Clinico Assistenziale – Screening e valutazione di impatto sanitario – Ispezioni Sanitarie e Socio-Sanitaroie. Nel biennio del mio incarico darò attuazione alla programmazione in materia di gare che prevede procedure impegnative e di notevole impatto economico.

Mi pongo inoltre l’obiettivo di garantire l’espletamento, per conto di tutte le Aziende Sanitarie della Regione, delle procedure di acquisizione di personale, sia del comparto che dirigenziale. Tra le progettualità prioritarie di Azienda Zero rientra inoltre la realizzazione di due strumenti informativi importanti, uno rivolto al cittadino ed uno rivolto a tutti gli operatori della sanità, che consentono di mettere a disposizione dei due destinatari – cittadino, il primo, operatore sanitario il secondo -  tutta la storia clinica del singolo assistito.

Di cosa si tratta?
Per quanto riguarda il fascicolo sanitario elettronico, Azienda Zero sta procedendo nella realizzazione degli obiettivi fissati dalla programmazione regionale in raccordo con indicazioni e linee guida provenienti dell'ambito nazionale. Prevediamo entro il primo semestre 2019 di mettere a disposizione per tutti i cittadini veneti il portale "Sanità Km zero Fascicolo" dove l'utente potrà trovare l'archivio permanente di tutti i propri documenti clinici. Oggi il servizio è disponibile in versione sperimentale per gli assistiti dell'Azienda ULSS n.1 Dolomiti.
 
Inoltre, tra i servizi collegati al proprio fascicolo, già oggi disponibile per tutta la popolazione, c'è l'app "Sanità km zero Ricette". Si tratta di un'app che garantisce la gestione delle prescrizioni farmaceutiche senza carta, infatti permette di ritirare i farmaci direttamente in farmacia e di richiedere al medico di medicina generale il rinnovo di una prescrizione senza dover passare in ambulatorio, secondo la modalità concordata con il proprio MMG. Sono già oltre 126.000 gli assistiti che oggi ne fanno uso. Il Fascicolo Sanitario Elettronico è lo strumento che mette a disposizione del singolo operatore della sanità tutta la documentazione clinica, con le relative immagini, dell’assistito.

Endrius Salvalaggio

14 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy