Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 AGOSTO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Quici (Cimo-Fesmed): “Occorre riflessione su atto medico”


21 APR -

“Ma chi me lo fa fare? È questa la domanda che si pone un giovane medico che inizia a lavorare in pronto soccorso sapendo che nell’84% dei casi non avrà nessuna possibilità di carriera, subendo aggressioni e denunce”. Con questa domanda provocatoria il Presidente della Federazione CIMO-FESMED Guido Quici ha iniziato il suo intervento alla Conferenza Nazionale sulla Questione Medica organizzata dalla FNOMCeO al Teatro Argentina di Roma.

“La carriera dei medici ospedalieri – ha aggiunto – è stata dolosamente colpita, perché dal 2009 al 2019 sono state tagliate 11.600 Strutture complesse e semplici, e gli incarichi di altissima professionalità previsti dall’ultimo contratto non sono ancora stati affidati, visto che nelle aziende i contratti di lavoro non si applicano. A tutto ciò si aggiungono il taglio del 20% del Fondo del salario accessorio, a fronte di una diminuzione dei medici del 4%, e la creazione di nuove figure gestionali non mediche”.

“Se non si danno possibilità di carriera ai medici si favorisce il task shifting, e allora alla questione medica deve essere affiancata una riflessione sull’atto medico” ha detto Quici.

“I medici sono prigionieri degli ospedali. Va recuperato l’entusiasmo, la voglia di tornare a lavorare bene, garantendo la qualità delle cure. E la prospettiva di carriera dà questo stimolo. Altrimenti, se i medici non hanno futuro, la sanità si ritroverà senza medici”, ha concluso il Presidente della Federazione CIMO-FESMED citando il titolo del dossier che il sindacato ha pubblicato in questi giorni.



21 aprile 2022
© Riproduzione riservata
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy