toggle menu
QS Edizioni - lunedì 18 ottobre 2021

Scienza e Farmaci

Carcinoma Gastrico avanzato HER2+. Trastuzumab deruxtecan dà una risposta clinicamente significativa e duratura 

immagine 17 settembre - Presentati all’ESMO i risultati di efficacia e sicurezza di questo anticorpo monoclonale coniugato nei pazienti occidentali affetti da carcinoma gastrico avanzato HER2 positivo. I dati provengono dal trial a braccio singolo di fase 2 DESTINY-Gastric02, il primo studio dell’ADC di Daiichi Sankyo e AstraZeneca in questa specifica popolazione di pazienti.
Trastuzumab deruxtecan, ottiene una risposta tumorale clinicamente significativa e duratura nei pazienti con adenocarcinoma gastrico o della giunzione gastroesofagea (GEJ) metastatico e/o non resecabile HER2-positivo, precedentemente trattato con un regime terapeutico contenente trastuzumab. I risultati dettagliati dello studio di fase 2 DESTINY-Gastric02 sono stati presentati da Daiichi Sankyo e AstraZeneca al Congresso Virtuale della Società Europea di Oncologia Medica 2021 (#ESMO21).
 
Il carcinoma gastrico è associato a una prognosi sfavorevole, in particolare negli stadi avanzati della malattia, con solo il 5-10% dei pazienti metastatici che sopravvivono a cinque anni. Circa un carcinoma gastrico su cinque è HER2-positivo. Dopo la progressione a seguito del trattamento sistemico anti-HER2 di prima linea, in alcune parti del mondo le opzioni di trattamento di seconda linea nel setting metastatico sono limitate, il che determina la necessità di terapie mirate anti- HER2 per questi pazienti.
 
Nell’analisi primaria di DESTINY-Gastric02, il primo studio di trastuzumab deruxtecan specificamente in pazienti occidentali affetti da carcinoma gastrico metastatico o adenocarcinoma della giunzione gastroesofagea HER2-positivo, trastuzumab deruxtecan (6,4 mg/kg) ha dimostrato un tasso di risposta globale confermato (ORR) del 38,0% (n=79; CI: 27,3 - 49,6), secondo la valutazione di una revisione centrale indipendente (ICR). Su un totale di 79 pazienti trattati con trastuzumab deruxtecan, sono state osservate tre (3,8%) risposte complete (CR) e 27 (34,2%) risposte parziali (PR). Questi risultati sono coerenti con quelli dello studio registrativo di fase 2 DESTINY-Gastric01, precedentemente pubblicato su The New England Journal of Medicine, che aveva valutato trastuzumab deruxtecan in pazienti giapponesi e coreani affetti da adenocarcinoma gastrico o GEJ avanzato HER2-positivo progredito a due o più regimi di trattamento precedenti, tra cui trastuzumab, una fluoropirimidina e chemioterapia contenente platino.
 
Dopo un follow-up mediano di 5,7 mesi, la durata mediana della risposta (DoR) di trastuzumab deruxtecan è stata di 8,1 mesi (95% CI: 4,1 - NE). La sopravvivenza mediana libera da progressione (PFS) è stata di 5,5 mesi (95% CI: 4,2 - 7,3). È stato osservato un endpoint esplorativo del tasso di controllo della malattia confermato (DCR) dell'81% (95% CI; 70,6 - 89,0).
 
Il profilo di sicurezza complessivo di trastuzumab deruxtecan in DESTINY-Gastric02 è stato coerente con quello osservato nel trial DESTINY-Gastric01. Gli eventi avversi più comuni di grado 3 o superiore correlati al trattamento osservati in DESTINY-Gastric02 sono stati: anemia (7,6%), neutropenia (7,6%), nausea (3,8%), astenia (3,8%), vomito (1,3%), diarrea (1,3%), inappetenza (1,3%) e piastrinopenia (1,3%). Sette pazienti (8,9%) hanno interrotto il trattamento a causa di eventi avversi correlati al trattamento. Sono stati riportati sei casi (7,6%) di malattia polmonare interstiziale (ILD) o polmonite correlate al trattamento, come determinato da un comitato di aggiudicazione indipendente. La maggior parte (83%) era di basso grado (grado 1 o grado 2), con un caso di grado 5 (morte correlata a ILD o polmonite).
 
"I nuovi dati di efficacia di trastuzumab deruxtecan per la terapia del carcinoma gastrico HER2-positivo presentati al Congresso ESMO di Parigi, dimostrano che questa terapia è la più potente oggi mai raggiunta nella storia dell’Oncologia Medica per un tumore, il carcinoma gastrico HER2-positivo non suscettibile di terapia chirurgica, in una situazione clinica molto difficile, cioè dopo avere fallito la prima linea di terapia medica oncologica.- Ha commentato Salvatore Siena, professore Ordinario di Oncologia Medica all’Università degli Studi di Milano e Direttore della Struttura Complessa Oncologia Falk e del Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina Molecolare dell’Ospedale Metropolitano Niguarda - Oggi sappiamo che questi risultati, eccezionali quando comparati a quello che è o era lo standard di cura precedente, riguardano sia gli ammalati di etnia asiatica sia occidentale. Un avanzamento certamente considerevole dell’Oncologia Medica.”
 
 
"I risultati incoraggianti di DESTINY-Gastric02 sono coerenti con quelli dello studio registrativo DESTINY-Gastric01", ha dichiarato Gilles Gallant, BPharm, PhD, FOPQ, Vice Presidente Senior, Capo globale del dipartimento di Sviluppo Oncologico, R&S di Daiichi Sankyo. "Questi dati aggiuntivi sosterranno le nostre argomentazioni con le autorità sanitarie globali mentre lavoriamo affinché trastuzumab deruxtecan diventi un'opzione per i pazienti con carcinoma gastrico metastatico HER2-positivo".
 
"I dati di DESTINY-Gastric02 riaffermano la significatività clinica del potenziale beneficio di trastuzumab deruxtecan nei pazienti con carcinoma gastrico avanzato", ha dichiarato Susan Galbraith, MD, PhD, RCP, RCR, Vice Presidente esecutivo del Dipartimento R&S Oncologia di AstraZeneca. "I pazienti spesso sperimentano la progressione della malattia dopo le terapie iniziali, e dunque si trovano di fronte a opzioni di trattamento limitate, quindi la notizia di oggi dà speranza sia ai pazienti che ai medici che li hanno in cura."
17 settembre 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata