Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 16 DICEMBRE 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Se la toilette non è per tutti. Nella regione paneuropea non hanno accesso ai servizi igienico-sanitari di base oltre 31 mln di persone

Sono 314 mila quelli continuano a praticare la defecazione all’aperto. E l’impatto è evidente, poiché ogni giorno 14 persone muoiono di diarrea nella regione a causa di acqua e igiene inadeguate. Un focus dall’Oms Europa in occasione della Giornata mondiale della toilette che si celebra oggi.

19 NOV - Oltre 31 milioni di persone nella regione paneuropea non hanno accesso ai servizi igienico-sanitari di base e 314 000 persone continuano a praticare la defecazione all’aperto. L'impatto è evidente, poiché ogni giorno 14 persone muoiono di diarrea nella regione a causa di acqua, igiene e igiene inadeguate (WASH). Inoltre, vi sono significative disparità nell'accesso ai servizi sanitari di base tra le aree rurali e urbane e tra le comunità ricche e povere - che colpiscono famiglie, scuole e ospedali. Anche il rilascio di acque reflue non trattate nell'ambiente costituisce un problema significativo nella regione. La Giornata mondiale della toilette, celebrata il 19 novembre, è per questo un'importante occasione che ci ricorda la necessità di servizi igienici sicuri per il benessere di tutti. 
 
“Riconoscere che un bagno non è solo un bagno. Protegge la tua dignità, la tua salute e la salute di chi ti circonda”, spiega la dott.ssa Piroska Östlin, direttore regionale per l'Europa.
 
La Giornata mondiale della toilette quest'anno segna anche l'inizio della quinta sessione della riunione delle parti del protocollo sull'acqua e la salute, che si terrà a Belgrado, in Serbia, dal 19 al 21 novembre 2019. Condotta congiuntamente da OMS Europa e Nazioni Unite.

 
Nuovi strumenti e orientamenti per l'attuazione del protocollo sull'acqua e la salute
Supportato da una nuova guida pratica per l'attuazione congiunta del protocollo e dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile durante il meeting si discuterà su come:
- sostenere l'efficace governance delle risorse idriche, igieniche e sanitarie attraverso la definizione e la comunicazione degli obiettivi;
- prevenire e ridurre le malattie legate all'acqua attraverso una migliore sorveglianza e gestione delle epidemie;
- garantire che tutte le scuole e le strutture sanitarie dispongano di acqua, servizi igienici e igiene adeguati;
- migliorare l'approvvigionamento idrico e i servizi igienico-sanitari nelle comunità rurali;
- gestire i sistemi di approvvigionamento idrico in modo sicuro ed efficiente;
- realizzare i diritti umani in materia di acqua e servizi igienico-sanitari garantendo un accesso equo a tutti; 
- aumentare la resilienza climatica delle infrastrutture idriche e igieniche.

19 novembre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy