Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 17 DICEMBRE 2018
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Stabilità. Macchia (Ispe): "Con lotta alla corruzione risparmi per ulteriori 5 miliardi"

Secondo il presidente dell'Istituto per la promozione dell'etica in sanità Regioni e ministero della Salute "devono avere il coraggio di programmare interventi di medio e lungo termine". Al contrario, "logica emergenziale e piglio ragionieristico finiranno per non danneggiare chi fino ad oggi ha lucrato a danno dell'amministrazione sanitaria".

17 OTT - Fascicolo sanitario elettronico, digitalizzazione del Sistema sanitario nazionale e istituzione delle centrali uniche di acquisto: si tratta di ottime iniziative che consentiranno di razionalizzare la spesa sanitaria. Tuttavia “il governo e le Regioni possono maturare consistenti risparmi anche attraverso la lotta contro corruzione e sprechi”. E’ il l’analisi di Francesco Macchia, presidente dell'Istituto per la promozione dell'etica in sanità (Ispe).
 
Secondo Macchia, combattendo la corruzione, si ricaverebbero “circa 5 miliardi che si possono aggiungere ai 10 miliardi che il testo della legge di stabilità prevede di risparmiare nei prossimi tre anni”. Le Regioni e il ministero della Salute “devono avere il coraggio di programmare interventi di medio e lungo termine – prosegue – La logica emergenziale e il piglio ragionieristico finiranno per non danneggiare chi fino ad oggi ha lucrato a danno dell'amministrazione sanitaria”. Il taglio lineare è una misura “iniqua che non è in grado di premiare i virtuosi e punire i meno oculati. Servono investimenti in educazione e lo sviluppo di un nuovo modello di controlli del procedimento amministrativo in ambito sanitario”.


Nel complesso “accogliamo con piacere – conclude il numero uno di Ispe – l'annunciata introduzione della valutazione del costo-beneficio dei prodotti o dei servizi da commissionare. Come abbiamo dimostrato nell'ultima edizione del nostro ‘Libro Bianco sulla corruzione in sanità’ è negli appalti relativi alle mense, al servizio di lavanderia e di vigilanza che si annidano le maggiori insidie”. 

17 ottobre 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy