Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 18 FEBBRAIO 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Stabilità. Macchia (Ispe): "Con lotta alla corruzione risparmi per ulteriori 5 miliardi"

Secondo il presidente dell'Istituto per la promozione dell'etica in sanità Regioni e ministero della Salute "devono avere il coraggio di programmare interventi di medio e lungo termine". Al contrario, "logica emergenziale e piglio ragionieristico finiranno per non danneggiare chi fino ad oggi ha lucrato a danno dell'amministrazione sanitaria".

17 OTT - Fascicolo sanitario elettronico, digitalizzazione del Sistema sanitario nazionale e istituzione delle centrali uniche di acquisto: si tratta di ottime iniziative che consentiranno di razionalizzare la spesa sanitaria. Tuttavia “il governo e le Regioni possono maturare consistenti risparmi anche attraverso la lotta contro corruzione e sprechi”. E’ il l’analisi di Francesco Macchia, presidente dell'Istituto per la promozione dell'etica in sanità (Ispe).
 
Secondo Macchia, combattendo la corruzione, si ricaverebbero “circa 5 miliardi che si possono aggiungere ai 10 miliardi che il testo della legge di stabilità prevede di risparmiare nei prossimi tre anni”. Le Regioni e il ministero della Salute “devono avere il coraggio di programmare interventi di medio e lungo termine – prosegue – La logica emergenziale e il piglio ragionieristico finiranno per non danneggiare chi fino ad oggi ha lucrato a danno dell'amministrazione sanitaria”. Il taglio lineare è una misura “iniqua che non è in grado di premiare i virtuosi e punire i meno oculati. Servono investimenti in educazione e lo sviluppo di un nuovo modello di controlli del procedimento amministrativo in ambito sanitario”.


Nel complesso “accogliamo con piacere – conclude il numero uno di Ispe – l'annunciata introduzione della valutazione del costo-beneficio dei prodotti o dei servizi da commissionare. Come abbiamo dimostrato nell'ultima edizione del nostro ‘Libro Bianco sulla corruzione in sanità’ è negli appalti relativi alle mense, al servizio di lavanderia e di vigilanza che si annidano le maggiori insidie”. 

17 ottobre 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy