Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 12 DICEMBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Specializzazioni. Goal: “Il numero degli oculisti è insufficiente. Aumentare i posti nelle scuole di oftalmologia”

I posti a disposizione per specializzarsi in oftalmologia sono troppo pochi. Tanto che, in diverse zone d’Italia, è difficile reperire gli oculisti necessari a coprire sia i servizi ospedalieri, che quelli territoriali. La denuncia arriva dalla società scientifica Goal (Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi ) che chiede l'immediata pubblicazione del bando di concorso per le scuole di specializzazione.

06 SET - Accanto a quei camici bianchi che già avevano espresso la loro preoccupazione per il ritardo nella pubblicazione del bando di concorso per le scuole di specializzazione mediche, ora, si schierano anche gli oculisti. In particolare, a far sentire la propria voce sono i membri della società scientifica Goal (Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi ) che evidezia anche un’altra criticità: “il numero dei posti a disposizione per specializzarsi in questa branca della medicina - hanno detto - è significativamente insufficiente”.
 
Danilo Mazzacane, segretario del Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi, ha messo in luce soprattutto la situazione della Lombardia “regione in cui – ha spiegato - già da tempo vi sono difficoltà a reperire oculisti per coprire i vari servizi, sia ospedaleri che quelli territoriali. Questi ultimi, chiamati quotidianamente a rispondere alle prime richieste dei cittadini, sono da diversi anni in sofferenza”.
 
“Non riscontriamo – ha continuato Mazzacane - la necessaria programmazione del ricambio generazionale, a fronte di un aumento cospicuo delle richieste di visite oculistiche, causate anche dal numero sempre più alto di anziani che presentano diverse patologie croniche oftalmologiche, come cataratta, degenerazione maculare senile, glaucoma, retinopatia diabetica”.

 
Per il Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi “suscita non poche perplessità anche il mancato accreditamento di diverse scuole di specializzazione”.
“Stupisce , infatti – ha continuato il segretario Goal - il non aver ritenuto utile, tra i numerosi parametri considerati, consultare i giudizi dei diretti interessati: gli specializzandi. La perfezione è difficile da raggiungere, ma i pensieri critici propositivi sono solitamente utili al sistema se volti a migliorare un percorso formativo che sicuramenrte deve sempre essere rivolto al raggiungimento del miglior risultato”.
 
“La ricerca degli stimoli potrebbe senz'altro essere produttiva, sia per i discenti che per i docent. Con lo stesso spirito positivo e propositivo Goaol – ha concluso Mazzacane - rivolge un accorato appello ai Ministri che dovranno decidere le sorti dei giovani colleghi medici”.

06 settembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy