Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 GENNAIO 2022
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Zingaretti: "Contro le nomine fatte in extremis dalla Polverini ricorreremo al Tar"


Sulle nomine Zingaretti in campagna elettorale era stato chiaro: nelle Asl saranno scelti i più bravi. In questo modo ripondeva alle investiture fatte dalla giunta Polverini nonostante si fosse dimessa. E oggi il suo entourage ribadisce di voler fare "ricorso al Tar per verificare se siano stati commessi degli illeciti".

04 MAR - Smaltite le fatiche della campagna elettorale e celebrata l’ampia affermazione nella corsa alla Pisana, per Nicola Zingaretti (Pd), è in arrivo il momento delle scelte. Tra le più impegnative e complesse, ci saranno certamente quelle relative alla sanità e in particolare ai direttori generali delle Asl.
Lo scorso 16 gennaio, il nuovo presidente aveva twittato: “Lo dico subito, così chi non vuole votarmi lo sa. Nelle Asl non verranno più fatte nomine politiche, ma saranno scelti i più bravi”. Un forte richiamo alla necessità di profondi cambiamenti, improntati su meritocrazia e trasparenza, che ha rappresentato una risposta all’infornata di nomine effettuata dalla Polverini a partire dal 27 settembre, giorno in cui l’ex governatore annunciò le proprie dimissioni.
Sull’argomento è tornato oggi un articolo del quotidiano romano il Messaggero nel quale si sottolinea come, durante la campagna elettorale, Zingaretti abbia garantito “il ricambio di tutti i direttori generali delle Asl”. Una promessa che tuttavia dovrà per forza essere disattesa, in quanto il nuovo presidente sembra non possa rimuovere da subito i Dg.

Uno stallo dovuto alla scadenza dei contratti che – in buona parte dei casi – è molto distante dato che la loro durata è di tre anni.
La stessa cosa cercò di fare la giunta Marrazzo ma dovette fermarsi davanti alla decisone dei giudici. Interpellato sull’argomento, l’entourage di Zingaretti a QS precisa che “non è mai stato nelle nostre intenzioni rimuovere tutti i direttori delle Asl”, invece abbiamo già deciso di presentare “un ricorso al Tar contro tutte le nomine, e quindi non soltanto quelle nella sanità, effettuate dopo il 27 settembre per verificare se siano stati commessi degli illeciti che abbiano minato gli standard meritocratici”. Il nuovo presidente non si è ancora insediato e già annuncia battaglia.
 

04 marzo 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy